Il cacao contiene caffeina? Ecco la verità

461

Quando si ha bisogno di restare svegli ed invece si soffre di sonnolenza, allora bisogna ricorrere ad una sostanza sicuramente molto efficace: la caffeina!

La caffeina è una sostanza che viene spesso associata solo al caffè ed al thè ma in realtà è contenuta in molti altri alimenti che sono conosciuti con il nome di “alimenti nervini”, perchè essendo ricchi di caffeina agiscono sul sistema nervoso centrale stimolandolo. Il cacao contiene caffeina? La verità la sveleremo nei paragrafi successivi.

Quali sono le fonti principali della caffeina

La caffeina si trova maggiormente nelle piante di caffè, thè e cacao, ma abbiamo già accennato che questa sostanza è contenuta anche in molti altri alimenti e tra questi ci sono alcuni non molto conosciuti nel nostro Paese come: mate, guaranà e noci di cola.

Gli effetti e le controindicazioni della caffeina

La caffeina è sconsigliata a chi soffre di ipertensione, perchè gli alimenti che contengono questa sostanza sono classificati come potenti vasocostrittori.

Come si sa la caffeina stimola la veglia, quindi il suo consumo è sconsigliato anche a coloro che che soffrono di insonnia per non correre il rischio di stare svegli tutta notte.

L’uso di questa sostanza è da evitare anche per coloro che sono affetti da gastrite, ulcera peptica, reflusso gastro-esofageo, aritmie, tachicardia ed osteoporosi.

Un elevato consumo di caffeina può provocare nausea, insonnia ed inappetenza, tutti sintomi che si manifestano quando si ingerisce una quantità superiore ai ai 200 mg, ma in merito esiste una notevole variabilità individuale.

La tolleranza alla caffeina è soggettiva, infatti ci sono anche persone che non subiscono gli effetti collaterali della sostanza e di solito sono coloro che bevono molti caffè o in chi assume regolarmente supplementi di caffeina.

Il cacao contiene caffeina?

In precedenza abbiamo accennato che la pianta di cacao è una delle fonti principali di caffeina, quindi di conseguenza il cacao contiene assolutamente caffeina, però c’è da specificare che la quantità contenuta nel cacao è di molto inferiore rispetto a caffè e thè. Spiegato questo va anche detto che il cacao viene considerato un alimento “eccitante” per la presenza in esso della teobromina.

La teobromina ha comunque gli stessi identici effetti della caffeina e questo spiega perchè la cioccolata sia indicata per le persone che soffrono di pressione bassa, che si sentono affaticate e che registrano un calo dell’attenzione. Per lo stesso motivo però è sconsigliato assumere cacao prima di andare a dormire, perchè stimola i centri nervosi inducendo l’organismo alla veglia.