I mirtilli vanno lavati? Ecco la verità

789

I mirtilli sono frutti particolarmente benefici per la circolazione e per la salute in generale. Sono un vero toccasana per la salute e tra i frutti di bosco sono quelli che apportano maggiori vantaggi al nostro organismo. La domanda che molte persone si pongono è la seguente: I mirtilli vanno lavati? Questo quesito nasce dal fatto che è facile imbattersi in una pianta di mirtilli ed avere voglia di assaporarli subito. Sveleremo la verità nel prosieguo di questo articolo.

I benefici dei mirtilli

I mirtilli contengono innumerevoli antiossidanti, sostanza fondamentali per proteggere l’organismo dall’attacco dei radicali liberi, che sono la causa maggiore dell’invecchiamento cellulare.

Questi piccoli frutti di bosco sono anche ottimi per la salute della pelle e migliorano la parete dei capillari rendendola più forte.

Aiutano il fegato a funzionare al meglio grazie al contenuto di Vitamina C, che aiuta a metabolizzare grassi evitando che questi si depositino nel fegato.

Migliorano la circolazione del sangue proteggendo di conseguenza il cuore ed in più abbassano i trigliceridi e il colesterolo cattivo (LDL).

I mirtilli sono considerati anche degli ottimi antinfiammatori, infatti vengono usati per combattere il raffreddore ed altri malanni stagionali, inoltre grazie alla presenza della mirtillina abbassano i livelli di glicemia nel sangue, quindi sono efficaci contro il diabete.

I benefici dei mirtilli non finiscono, infatti migliorano la salute del cervello, sono antitumorali, sono utili durante la gravidanza e aiutano l’apparato cardiovascolare.

I mirtilli vanno lavati? Ecco tutta la verità

I mirtilli andrebbero sempre lavati, perchè potrebbero essere soggetti a contaminazione. I metodi per il lavaggio sono semplici ma molto delicati.

La prima cosa da fare è pulire il frutto in modo approfondito, ma essendo i mirtilli molto delicati bisogna prestare attenzione per non rovinarli.

Vanno lavati poco prima di mangiarli, così facendo non assorbono acqua e umidità, due elementi che possono generare la muffa.

Non vanno lavati tutti insieme sempre per non rovinare il loro aspetto, quindi è preferibile lavarli un pò per volta e subito dopo asciugati in un panno sempre con la massima delicatezza.

Le controindicazioni dei mirtilli

I mirtilli non hanno particolari controindicazioni o effetti collaterali, ma come tutti gli alimenti bisogna evitarne l’abuso, perchè in tal caso si possono verificare disturbi come: diarrea, mal di testa, mal di stomaco e nausea. La soglia ideale giornaliera da consumare è quella massimo di 90 grammi.

Il loro consumo è sconsigliato a coloro che sono allergici al frutto, così come non sono proprio adatti per le persone che usano farmaci anticoagulanti, perchè gli estratti di mirtillo può interferire con gli effetti di questi farmaci.

Anche coloro che soffrono di calcoli ai reni dovrebbero consumare in piccolissime quantità questi frutti, che contengono ossalati.