Diabete e Vitamina D: ecco cosa devi sapere

173

Nella vita di una persona si possono verificare all’improvviso delle carenza di alcuni elementi come vitamine e sali minerali, questo capita per diversi motivi, può trattarsi di qualcosa di poco conto come di patologie gravi, ma in entrambi i casi i parametri di questi elementi risultano essere inferiori a quanto invece l’organismo ne ha bisogno.

Tra gli elementi che si dimostrano carenti uno dei più diffusi è la Vitamina D. Una verità assoluta sul perchè questo avvenga non si è mai avuta, ma si tende a supporre che ci possa essere un collegamento tra questa vitamina e diverse patologie, tra cui in particolare il diabete​.

In questo articolo spiegheremo proprio che collegamento c’è tra diabete e Vitamina D.

Cosa è la Vitamina D

La vitamina D è una vitamina liposolubile, che ha la capacità di svolgere molte funzioni nel corpo. Tra le più importanti figurano sicuramente il mantenimento di uno stato delle ossa ottimale o un rafforzamento di denti ed articolazioni, per non dimenticare poi il grande apporto al sistema immunitario.

Come tutte le altre vitamine anche questa può essere assimilata attraverso i cibi, ma ha anche una sua particolarità e cioè si può assimilare anche stando al sole, perchè i raggi ultravioletti del sole colpendo il nostro corpo lo spingono a convertire un derivato del colesterolo proprio in Vitamina D.

Non potendo comunque essere beatamente distesi al sole quando si vuole, per assimilare vitamina D esistono degli integratori, i quali possono però essere assunti solo sotto prescrizione medica, perchè anche un eccesso di questa vitamina può causare problemi alla salute.

I sintomi della carenza di Vitamina D

Ma come si manifesta la carenza di Vitamina D? Ci sono sintomi ben precisi a partire da semplici dolori alle ossa fino ad arrivare alla molto più fastidiosa debolezza muscolare.

In casi più gravi si manifestano un notevole indebolimento del sistema immunitario ed a volte stati di depressione.

Quando si manifesta questa carenza il consiglio è quello se è possibile di esporsi al sole per circa 20 minuti al giorno, in alternativa assumere Vitamina D attraverso gli integratori e i cibi come: noci, pesce, uova, latte in polvere ed alcuni specifici cereali.

Diabete e Vitamina D: tutto quello che si deve sapere

Eccoci giunti al punto centrale di questo articolo e cioè se esiste una correlazione tra diabete e Vitamina D. Ebbene sì, questo esiste, perchè la Vitamina D apporta diversi benefici alle persone diabetiche.

La vitamina D migliora notevolmente la sensibilità del corpo all’insulina, riducendo quindi il rischio di insulino-resistenza, una condizione che aumenta le probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2.

E’ stato accertato che un incremento di Vitamina D nel nostro organismo serva a mantenere sotto controllo i livelli di glucosio ne sangue e ciò è vitale per qualsiasi soggetto affetto da diabete.

In più questa vitamina aiuta a controllare il peso nei diabetici, perchè riduce i livelli di ormone paratiroideo, principale causa di obesità e della conseguente presenza di diabete di tipo 2.

Infine la Vitamina D aumenta il livello dell’ormone leptina, che controlla il senso di sazietà.