Cosa succede se non mangi pane per una settimana? Ecco la risposta

242

Il pane è uno di quegli alimenti che tutti i giorni sono presenti sulle nostre tavole, ma nell’ultimo periodo sempre più persone stanno decidendo di eliminarlo dalla propria alimentazione per una settimana per poi riprendere a mangiarlo, perchè ritenuto un cibo che aiuta l’aumento di peso. Una domanda sorge, però, spontanea. Cosa accade a chi non mangia il pane per una settimana? Vediamolo nei prossimi paragrafi.

Il pane è fondamentale per il nostro organismo

Il pane è un alimento fondamentale per il nostro organismo, perchè è la principale fonte di carboidrati della nostra alimentazione. Questo macronutriente è la «benzina» del nostro corpo, in quanto si trasformano in glucosio che è fondamentale per diverse funzioni. La mancanza di tale nutriente può mettere a rischio la salute, motivo per il quale non è mai una buona idea eliminare il pane dal proprio regime alimentare nemmeno per periodi brevi come può essere solo una settimana.

Cosa succede se non mangi pane per una settimana? Ecco cosa devi sapere

La prima cosa rilevante che si nota non appena smettiamo di mangiare pane è una repentina perdita di peso e questo ci fa pensare che sia stata la scelta giusta eliminarlo dalla nostra alimentazione, ma in realtà non è così, perchè il peso che perdiamo non sono grassi ma acqua e questo perchè i carboidrati vengono assunti dall’organismo sotto forma di glicogeno che accumula acqua.

La stessa mancanza di carboidrati può provocare danni al cervello, dato che questo ne ha bisogno per poter funzionare nel migliore dei modi. Il cervello non avendo abbastanza nutrimento è costretto ad utilizzare le riserve di grasso e va così sotto sforza. Il risultato è che ci si sente sempre stanchi, si ha alitosi, vertigini, insonnia e persino nausea.

Non mangiare pane per una settimana può essere pericoloso

Non mangiare pane per una settimana, come detto, può portare a non pochi problemi e non è tutto. La mancanza di carboidrati può indurre ad avere seri squilibri, in quanto l’organismo viene costretto a fabbricare da sé il glucosio necessario alle sue funzioni. Ciò comporta la perdita della massa magra, in quanto per produrre il glucosio, il nostro corpo utilizza il grasso che si deposita.

In definitiva, non bisognerebbe mai eliminare del tutto il pane, ma se proprio non riuscite a mangiare quello bianco per timore di ingrassare, il consiglio è quello di sostituirlo con l’integrale. Il pane integrale ha il vantaggio di essere più digeribile e di aumentare il senso di sazietà. In questo modo, si evita di prendere peso e si ovvia al problema degli squilibri che danneggiano il nostro organismo.