Come mangiare stracciatella: ecco cosa dovresti fare

338

La stracciatella di bufala, come si può facilmente dedurre dal nome, è un formaggio derivato dal latte di bufalino. Un formaggio del tutto simile alla stracciatella classica, ma fatto con questo latte che appare più pregiato e che in Italia ormai si è particolarmente diffuso.

Stracciatella di bufala, ecco perché è buona

Il metodo di produzione della stracciatella di bufala è del tutto tutto simile alla burratina. Si tratta di un formaggio prodotto con pasta filante. La stracciatella è un formaggio fresco, che ha nella Puglia la regione italiana dove il prodotto è maggiormente importante. La stracciatella di bufala si presenta con una caratteristica pasta bianca, sotto forma di straccetti di mozzarella e panna fresca.

Come dicevamo è diventato un prodotto diffuso in tutta Italia, anche se le sue origini pugliesi lo rendono un prodotto largamente utilizzato al Sud, in Puglia e in tutte le vicine Regioni come la Basilicata, il Molise e la Campania. Sempre più apprezzata anche all’estero, la stracciatella di bufala sta diventando un prodotto tipico della nostra penisola.

Come si può usare la stracciatella di bufala?

La stracciatella di bufala è simile alla burratina e pertanto risultata essere un prodotto piuttosto grasso. Ogni 100 grammi di questo formaggio, ci sono 280 kcal e ben 19,3 g di grassi. La stracciatella di bufala è un alimento molto ricco di proteine. Spesso la stracciatella è consumata da sola, perché così si riesce ad apprezzare quel suo gusto simile al latte fresco. Ciò non toglie che la stracciatella di bufala può essere utilizzata in vari modi e per diverse preparazioni.

È un formaggio spalmabile, indicato su bruschette, crostini e pane tostato e non. Molti la usano anche per condire la pasta, soprattutto quelle che non prevedono l’uso di pomodoro. Buona anche sulla pizza o sulla focaccia come alternativa alla classica mozzarella. La bontà di questo prodotto non si sposa bene con diete ipocaloriche. Infatti siamo di fronte ad un alimento piuttosto calorico e poco indicato per chi fa diete dimagranti, anche se c’è da dire che lo stesso ragionamento va fatto anche per la mozzarella classica, per la stracciatella normale o per le burratine. Resta un alimento ricco di buone sostanze nutritive.

Sempre su 100 grammi di stracciatella di bufala, oltre alle già citate 280 kcal, ci sono 16,7 grammi di proteine, 24,4 grammi di lipidi, 04 grammi di Glucidi, 195 milligrammi di Fosforo e 205 milligrammi di Calcio. Inoltre in questo delizioso alimento, sono presenti 56 milligrammi di colesterolo. In sintesi, buonissima e altamente nutritiva, ma occhio a non esagerare. Come molti formaggi e latticini, esagerare è pericoloso. La stracciatella di bufala è un prodotto tipicamente acido e piuttosto calorico e grasso. Anche sulla digeribilità, ci sono problematiche proprio per via della pesantezza dell’alimento.