Il tacchino fa bene o male? Cosa dice l’esperto…

324

La carne di tacchino è una tipologia di carne definita carne bianca, come il pollo e il coniglio. Questa carne risulta essere ricca di proteine nobili, ovvero proteine costituite dagli amminoacidi indispensabili per la salute del ostro organismo. A differenza di altre tipologie di carne, la carne di tacchino non è consumata con la stessa frequenza, ma fa molto bene ed è ottima da inserire in un regime alimentare sano ed equilibrato oltre che essere dietetica come carne.

Le carni bianche, rispetto alle carni rosse, sono più digeribili, questo perché contengono un quantitativo inferiore di grassi e tessuto connettivo. Ciò rende anche la carne bianca più masticabile e facilitano l’azione digestiva da parte degli enzimi. Ricordiamo che sarebbe meglio preferire delle cotture leggere, e di prestare molta attenzione ai condimenti che si utilizzano, meglio non esagerare.

Il tacchino fa male o fa bene?

Il tacchino è una carne molto facilmente contaminata dalla salmonellosi. Ecco perché è sconsigliato il consumo crudo. E’ un tipo di carne da non utilizzare, quindi, per la preparazione di pietanze che non prevedano una cottura prolungata. Il tacchino, in altre parole, deve essere sempre ben cotto. Secondo alcuni studi il tacchino cotto diminuirebbe il rischio di contrarre malattie cardiovascolari e di sviluppare anche alcune forme di tumore. Il tacchino, infatti, contiene delle proteine nobili, di alta qualità, che l’organismo non riesce a sintetizzare autonomamente. La carne di tacchino, infatti, è con un basso contenuto di grassi. Ecco perché occorre fare molta attenzione al metodo ed ai tempi di cottura della carne di tacchino.

Quali sono i benefici della carne di tacchino?

La carne di tacchino è a basso contenuto di grassi saturi e ricca di proteine. Il tacchino ha più proteine del pollo o del manzo. Il tacchino contiene una quantità sufficiente di aminoacidi essenziali per promuovere la crescita muscolare lo sviluppo fisico in generale. Il tacchino contiene anche ferro, potassio, selenio, vitamine del gruppo B, zinco e fosforo.

Tutto questo è importante per il normale sviluppo delle ossa e dei denti. Il tacchino è anche una carne facile da digerire. Ecco perché è un alimento ideale per gli sportivi ma anche per i bambini, gli anziani e le persone con problemi digestivi.

Perché non bisogna lavare la carne cruda di tacchino?

E’ sempre sconsigliato il lavaggio della carne cruda di tacchino prima della cottura perché potrebbe essere potenzialmente contaminata dal pericoloso batterio Campylobacter. Attraverso il lavaggio, quindi, si possono inquinare utensili, piani di lavoro e alimenti pronti al consumo presenti in cucina attraverso schizzi di acqua contaminata. I sintomi della campilobatteriosi si manifestano con febbre, dolori addominali, diarrea, nausea e meno frequentemente vomito. Inizialmente i dolori addominali possono manifestarsi in modo diffuso e successivamente localizzarsi. La diarrea invece dura almeno un giorno e quando si protrae per più giorni può riportare anche la presenza di muco e sangue.

Cosa ci potrebbe essere nella carne di tacchino?

La carne di tacchino potrebbe contenere batteri fecali pericolosi per la salute umana. L’allarme è stato lanciato da uno studio del Consumer Reports, che ha analizzato in laboratorio 257 campioni di carne di tacchino allevato a terra acquistati presso negozi in tutti gli Stati Uniti. Oltre metà delle confezioni di carne macinata e hamburger sono risultati positivi alla presenza di batteri fecali e altri virus, inclusi la salmonella e lo stafilococco aureo, due delle principali cause di malattie di origine alimentare negli Usa. Ai tacchini vengono somministrati antibiotici per il trattamento di malattia acute.