Bere latte di mandorla: attenzione a cosa potrebbe succedere

266
Organic white almond milk in a glass bottle with whole almonds spilled over a rustic wooden table.

Bere latte di mandorle fa bene? Il latte di mandorle è un alimento senza lattosio e può essere un buon sostituto al latte vaccino. Il suo gusto è delicato, si consuma come bevanda oppure per realizzare dei gustosi dolci. Le proprietà che lo contraddistinguono sono diverse ma vediamo quando è opportuno consumarlo e in quali quantità.

Bere latte di mandorle è salutare?

Bere latte di mandorle fa bene. È un alimento che sempre più spesso compare nelle colazioni o nelle ricette. Se sei intollerante al lattosio è la soluzione ideale oltre ad essere anche meno calorico di rispetto al latte di soia. Il latte di mandorle nasce negli antichi conventi siciliani come bevanda rinfrescante. Le mandorle tritate vengono spremute per ottenere questa bevanda dal gusto gradevole e delicato. Il suo apporto calorico è di 50 kcal per 100 ml, circa un bicchiere. Se scegli di berlo senza l’aggiunta di zuccheri si dimezza a 25 kcal.

Composizione nutrizionale del latte di mandole e proprietà

Il latte di mandorle contiene carboidrati, grassi, proteine, vitamina A, B2, acidi grassi Omega-6, magnesio, potassio, calcio, zinco e ferro. Grazie all’alto contenuto di fibre è un alleato perfetto per il buon funzionamento intestinale. Se hai particolare attenzione alla tua linea, avendo un contenuto calorico basso, è molto indicato.

Aiuta a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo e i trigliceridi. In caso di diarrea e vomito reintegra i livelli di potassio. Rende più sano l’aspetto della tua pelle e la bellezza dei capelli.

Quando acquisti il latte di mandorle, è molto importante leggere attentamente tutti gli ingredienti che esso contiene. Sarebbe meglio evitare il latte di mandorle in cui sono stati aggiunti degli zuccheri e bisogna anche controllare che non sia presente la carragenina, indicata anche con la sigla E40, essa è un additivo che ha alzato una serie di discussioni su eventuali rischi dal punto di vista cancerogeno. L’uso, entro un certo limite, anche secondo le autorità sanitarie europee, sarebbe consentito. Alcune ricerche hanno però portato alla luce il rischio di infiammazioni gastrointestinali e l’eventualità di una correlazione con lo sviluppo del cancro.

Come preparare e utilizzare il latte di mandorle

Quando acquisti questo alimento preferisci quello biologico altrimenti puoi pensare di prepararlo direttamente in casa.

Ti occorrono un litro di acqua e 130 grammi di mandorle pelate. Lascia le mandorle in ammollo per circa un’ora, scolale ma conserva l’acqua. Frullale aggiungendo lentamente il liquido dell’ammollo. Aiutandoti con un colino filtra il liquido che hai ottenuto. Se preferisci un gusto dolce ma sempre naturale, puoi aggiungere qualche fettina di banana o qualche dattero.

Per i soggetti intolleranti al lattosio il latte di mandorle è perfetto per accompagnare la colazione. Lo puoi bere come bevanda rinfrescate o durante uno spuntino. Ovviamente puoi sostituirlo in tutte le preparazioni che richiedono il latte, dai frullati ai dolci.

In versione salata lo puoi utilizzare per realizzare primi piatti creativi. È la base per un’ottima salsa con i funghi o per come condimento per il risotto. Si accosta bene ad ogni gusto grazie al suo sapore delicato. Piace molto anche ai bambini che possono berlo a merenda ma anche mangiare gelati realizzati con quest’ottimo ingrediente