Mozzarella: dieci cose da sapere prima di acquistarla

165
Caprese Salad

La mozzarella è un alimento molto amato in Italia, buono da gustare da solo o per accompagnare immancabilmente le migliori pizze della nostra tradizione. Ma attenzione! Prima di comprarla è necessario essere a conoscenza di determinate condizioni.

Mozzarella: 10 cose da sapere prima di acquistarla

1. Volete una mozzarella artigianale? Dovete attendere di più!
Se preferite l’acquisto di una mozzarella preparata con cura artigianalmente, dovrete attendere di più per il vostro acquisto. Per preparare una mozzarella artigianale infatti, sono necessarie 4 ore di manodopera in più rispetto al confezionamento di mozzarelle industriali. E, come si suol dire, la manodopera costa! Per questo le mozzarelle artigianali constano di più di quelle industriali.

2. Caglio e preparazione della mozzarella
Il caglio della mozzarella serve esclusivamente per la coagulazione casearia e non incide sulla preparazione del prodotto finale per cui non dovrebbe contribuire all’aumento del prezzo dell’alimento.

3. Mozzarella = latte crudo
Le mozzarelle si ottengono esclusivamente dal latte crudo. Diffidate di mozzarelle che vi vengono propinate con una preparazione diversa.

4. Fermentazione e acidificazione
Il processo che conduce alla produzione di una mozzarella artigianale è quello della fermentazione del latte. L’acidificazione è invece il processo chimico industriale che porta alla realizzazione dei formaggi a pasta filata. Se una mozzarella viene propinata come ottenuta da un processo di acidificazione c’è qualcosa che non quadra.

5. Prodotto chimico = acido citrico
Quando compriamo una mozzarella al supermercato, avremo tra le mani inevitabilmente un prodotto ottenuto da un processo chimico industriale per cui è stato utilizzato un conservante come l’acido citrico. E’ certamente migliore l’acquisto di una mozzarella artigianale prodotta con la fermentazione.

6. Gli acidificanti
Sulle etichette dei prodotti l’indicazione relativa all’eventuale utilizzo di un acidificante per la mozzarella dovrebbe essere sempre presente. Non è però sempre così. Fate quindi attenzione durante l’acquisto.

7. La produzione della mozzarella
Vi fidate di più di una mozzarella prodotta da un piccolo caseificio magari a conduzione famigliare? Fate male perché non è detto che la mozzarella non sia prodotta con metodi industriali e conservanti chimici. Anche le piccole realtà possono essere infatti dotate di appositi macchinari che sfruttano processi chimici atti a favoriscono il maggiore stato di conservazione e incrementare la quantità disponibile dei prodotti da mettere in vendita.

8. Il lattosio
Qui arriviamo a un punto del discorso molto importante per chi ha intolleranze alimentari. Dovete sapere che una mozzarella prodotta artigianalmente presenta l’80% di lattosio in meno rispetto a una mozzarella prodotta industrialmente. L’alimento artigianale si rivela quindi maggiormente digeribile e meno pericoloso per la digestione di una mozzarella industriale.

9. La provenienza del latte
E’ importante verificare, se possibile, la provenienza del latte utilizzato per la realizzazione della mozzarella, se da animali al pascolo o in stalla. La differenza del latte contribuisce alla differenza di sapore.

10. Il costo
Per la produzione di 1kg di mozzarella sono necessari 10 litri di latte. Come è possibile dunque che 1 kg di mozzarella costi poco più di 4 euro se solo 1 litro di latte di qualità costa 1,50 euro mediamente? Diffidate dei prodotti sotto costo e delle offerte speciali di mozzarella che trovate al supermarket.