Addii e rimpianti: calciatori e allenatori commossi nel weekend

Chiellini con la Coppa - Getty Images
Tra i calciatori una separazione probabile tra Chiellini e la Juve - Getty Images

Addii di calciatori e allenatori sono nel menù dell’ultima giornata. Alcuni già conclamati, altri logici visto l’andamento delle rispettive carriere.

È una giornata di addii in Serie A. Come sempre, l’ultimo turno regalerà rimpianti, sorrisi e malinconie, alcuni protagonisti hanno la valigia pronta e, dopo il match conclusivo, saluteranno la società e i compagni. Calciatori e allenatore, dunque, vivono con malinconia le ultime ore sul campo, riflettendo di conseguenza anche sul futuro. Che potrebbe registrare uno stop, un avanzamento oppure una riflessione ancora più lunga, in tempi così difficili il calcio potrebbe non essere una vera e propria priorità.

In casa Juventus gli addii abbondano. Da quello del tecnico Andrea Pirlo, passando poi a elementi della rosa più rappresentativi. Per il mister non è stata proprio una grande annata, cominciare la carriera da tecnico da livello più alto non è stata una idea felicissima. Poche le colpe del tecnico bresciano, che ha dovuto ingoiare difficoltà e malumori, per una rosa che dovrà essere rifatta.

E se il futuro di Fabio Paratici è sempre in bilico, già chi ha salutato è stato Gigi Buffon. È il secondo – definitivo – addio alla squadra bianconera, proseguirà la carriera all’estero con ogni probabilità. Così come potrebbero esserci, tra gli addii, quelli molto più indigesti, come nel caso di Giorgio Chiellini, che non ha ancora rinnovato il contratto. Come mettere in dubbio l’uomo prima ancora che il calciatore?

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Il portiere sceglie una squadra del cuore per il futuro

In molti cambieranno aria

De Zerbi - Getty Images
De Zerbi – tra gli addii – è quello già annunciato che muoverà il mercato degli allenatori – Getty Images

Gli addii quindi di calciatori e allenatori sono all’ordine del giorno. Tra i calciatori alcuni sanno già che avranno un avanzamento di carriera. Marco Silvestri del Verona andrà a parare per un club più titolato, da valutare quali saranno le intenzioni sul mercato. Può rientrare in una maxi operazione con l’Inter oppure andare a Roma, il futuro del portiere comunque sarà lontano dallo stadio “Bentegodi”.

Rodrigo De Paul, invece, sa di lasciare Udine da ormai sei mesi. È ormai un giocatore pronto e maturo per un grande piazza, l’obiettivo della Champions League non è nemmeno troppo velato. Sarebbe un giocatore ideale, per caratteristiche e tempra, un po’ dovunque, le offerte saliranno dai 30 milioni in poi.  Al “Friuli” arriverà un nuovo portiere, Daniele Padelli tornerà dall’Inter dopo quattro stagioni e otto presenze in nerazzurro.

Tra gli addii anche quello di Gaston Ramirez alla Sampdoria (via a parametro zero),  mentre gli allenatori vivono sul dubbio e sull’incertezza. Beppe Iachini ha già avuto il congedo da Firenze, altri mister guardano l’orizzonte. Paulo Fonseca saluterà la Roma e probabilmente approderà in Francia, Josè Mourinho avrà da lavorare parecchio.

Confermata anche la separazione tra Roberto De Zerbi e il Sassuolo, situazione diversa invece tra Gennaro Gattuso e il Napoli, nonostante il piazzamento europeo. Altri tecnici sono in bilico, un po’ dipende dalle prossime settimane. Anche il mercato dei tecnici può prendere il sopravvento con alcune mosse a sorpresa.