Conte, la confessione spiazza i tifosi: “Non pensavo di farlo”

Antonio Conte ha svelato tutta la verità sull’Inter e sullo scudetto conquistato nella scorsa stagione: le parole del tecnico.

Antonio Conte
Antonio Conte (©LaPresse)

A distanza di mesi, Antonio Conte vuota il sacco. Il tecnico salentino ha rivelato tutta la verità. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il nuovo allenatore del Tottenham ha parlato apertamente della sua nuova squadra, ma anche di Juventus, Inter e dei principali temi del campionato italiano.

Tra le tante dichiarazioni interessanti del tecnico campione d’Italia in carico, alcune riguardano proprio il club bianconero. I tre scudetti vinti sulla panchina della Vecchia Signora, la sua squadra del cuore, non possono essere dimenticati. Specialmente il primo, ottenuto clamorosamente senza alcuna sconfitta in campionato, è rimasto indimenticabile per l’allenatore.

Leggi anche -> Conte, furia negli spogliatoi: un calciatore svela un incredibile retroscena

Vincere con quella Juve, ricreare un ciclo superando squadroni come il Milan di Ibra, Nesta e Thiago Silva, l’Inter del Triplete e il Napoli dei tre tenori non è stato per nulla semplice. Un vero capolavoro, secondo lui, ma non il più grande della sua carriera.

Inter: Conte svela tutta la verità

Antonio Conte Inter
Antonio Conte (©LaPresse)

Il vero capolavoro della sua carriera da allenatore, secondo Conte, è stato l’ultimo scudetto conquistato, quello vinto con l’Inter lo scorso anno. E il motivo è semplice: “In due anni abbiamo rovesciato una monarchia sportiva. Se non ci fossimo stati noi a interrompere il ciclo bianconero, la Juve sarebbe ancora lì davanti. Quando batti qualcuno, ne mini le certezze“.

Conte si scopre rivoluzionario, un capo-popolo capace di ribaltare la monerchia e spodestare la vecchia regina. Nel corso della stessa intervista, il tecnico ha anche svelato un altro segreto, raccontando tutta la verità sul suo improvviso addio all’Inter dopo il successo in campionato.

Potrebbe interessarti -> Juventus, la vendetta di Conte: vuole il top player bianconero

Non pensavo potesse finire la mia avventura nerazzurra“, ha dichiarato senza mezzi termini Conte. Gli obiettivi erano dunque altri. Magari aprire un vero e proprio ciclo all’Inter, per poter puntare a una dittatura in Italia e a qualche campagna europea di prestigio. Ma le cose non sono andate così, complice una crisi economica che nessuno avrebbe pensato potesse toccare così nel profondo la Cina e il gruppo Suning.

Ma adesso è inutile rimuginare sul passato. Conte guarda al futuro, e il futuro si chiama Tottenham. Una vita importante ma molto complicata: “Ho sempre preso squadre che venivano da momenti difficili, in cui si doveva ricostruire. Non ho mai fatto scelte comode, ma questa del Tottenham è certamente la più difficile e per questo anche la più stimolante“.