Roma e Verona a reti bianche: al Bentegodi è 0 – 0

94
roma

L’avvio di campionato con i primi anticipi della prima giornata di Serie A si rivela fiacco in termini di gol, e dopo la vittoria al fotofinish della Fiorentina grazie alla zampata di Castrovilli, Roma e Verona non riescono ad andare oltre lo 0 – 0. Un pareggio non scalfito neanche dai tre legni colpiti: in questo senso la gara è piuttosto scoppiettante, al termine della quale si potrebbe dire che a mancare siano soltanto le marcature decisive.

romaIl grande interrogativo che ha accompagnato la vigilia della sfida è presto risolto: Edin Dzeko, al centro delle numerose voci di mercato che lo vorrebbero ormai prossimo al trasferimento alla Juventus, viene lasciato fuori dai titolari per scelta tecnica. Il bosniaco non verrà impiegato neppure nella ripresa, a certificare ulteriormente il suo addio ormai prossimo. Ciononostante la Roma riesce a rendersi pericolosa a più riprese, affidandosi a un Mkhitaryan schierato come falso nueve e alla new entry Pedro. L’occasione più grande del primo tempo, però, è del Verona: Faraoni pesca Tameze, il suo tiro trova la prodigiosa deviazione di Mirante e impatta sulla traversa.

La prima parte della ripresa vede una certa prevalenza del Verona, che va vicinissima al vantaggio grazie soprattutto a Faraoni e a Di Carmine. Gli ultimi venti minuti, invece, sono targati quasi interamente dalla Roma, che spinge con forza sull’acceleratore in cerca della vittoria. Al 74° Pellegrini raccoglie un pallone dal limite, e, smarcato, piazza un destro preciso sul secondo palo: la risposta di Silvestri si candida già da ora come la miglior parata del campionato. Grandi emozioni nell’ultimo parziale, con due prodezze balistiche che per un soffio non si trasformano in eurogol: all’80° Dimarco spara un mancino dai 25 metri che si stampa sulla traversa. All’85° è il turno di Spinazzola, che colpisce al volo col sinistro ma la sua gioia è strozzata in gola dal montante. Finisce con un punto per parte, il risultato più corretto.