Juventus, Pirlo in confusione: il dato che ‘incastra’ il Maestro

Pirlo esonero sostituti
Andrea Pirlo non sembra rischiare l'esonero: i possibili sostituti però stuzzicano Agnelli (GettyImages)

C’è un dato in particolare che incastra Pirlo e, di riflesso, la sua Juventus. Un’annata partita tra mille dubbi e incertezze, ma i punti interrogativi ancora rimangono in casa bianconera. Il “Maestro” così elogiato dalla stampa mesi fa ora si riscopre ripetente? E domani c’è il Torino…

Che il ciclo potesse concludersi dopo 9 anni di vittorie in patria era preventivatile, quello che i tifosi della Juventus non accettano è però l’arrendevolezza con la quale i bianconeri in campo (e fuori) si stanno metaforicamente sciogliendo di fronte alle difficoltà. Nella bufera ci sono numerosi giocatori, non considerati meritevoli per rendimento di vestire la maglia dei campioni d’Italia, ma nel caos ora c’è anche Andrea Pirlo. La scelta a sorpresa di inizio stagione, ritrovatosi nel giro di pochi giorni da tecnico dell’Under 23 a guidare Ronaldo, Buffon, Dybala e compagni. Una scelta che al momento non ha pagato, e c’è un dato che fa riflettere i tifosi, ma non solamente.

Pirlo, numeri peggiori di Sarri e Allegri (Getty Images)
Pirlo, numeri peggiori di Sarri e Allegri (Getty Images)

Da inizio stagione a oggi, infatti, Pirlo non ha mai schierato lo stesso undici di uomini per due partite consecutive. Una rotazione continua, spesso incerta spesso forzata da infortuni e positivi al Covid, che dimostra quanto questa Juve non abbia una solidità e una formazione titolare sulla quale puntare. A cambiare maggiormente è stato il centrocampo, con i vari Arthur, McKennie, Rabiot, Ramsey e Bentancur che non sembrano aver trovato la loro dimensione, e il loro spazio fisso, nell’undici di Pirlo. E se il centrocampo soffre, a risentirne è tutta la squadra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Dybala, le scuse dopo il caso

Juventus, confusione Pirlo: quale formazione titolare?

Domani la storia potrebbe ripetersi. A causa dell’emergenza Covid (Demiral e Bonucci positivi) e per scelte tecniche per motivi extra campo (il famoso caso legato alla serata a casa McKennie) la Juventus potrebbe cambiare ancora. McKennie, Arthur e Dybala potrebbero rimanere fuori per punizione, spazio quindi a Rabiot e Bentancur in mezzo, centrali di difesa obbligati con gli unici disponibili de Ligt e Chiellini. In attacco l’unica certezza della stagione, nonostante il recente periodo negativo, Cristiano Ronaldo. Sarà affiancato da Morata, che in nazionale ha ritrovato il gol.

Fischio d’inizio ore 18:00 all’Olimpico di Torino. Squadre in campo con queste formazioni?

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Bremer, Buongiorno; Vojvoda, Lukic, Mandragora, Rincon, Murru; Sanabria, Belotti.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; Kulusevski, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.