Album Euro 2020, due esclusioni eccellenti fanno discutere

figurine album euro 2020
Le figurine dell'album Euro 2020 sono giù in edicola - foto Masman

L’album Euro 2020… va in scena per la seconda volta. In questo caso con la possibilità concreta di disputare la competizione, gironi e squadre incluse.

L’album Euro 2020 è in edicola con novità e tradizioni consolidate che saltano agli occhi degli appassionati. È tradizione, ormai, collezionare l’album con le figurine all’interno, oppure seguire in questo caso Euro 2020 semplicemente sfogliandolo per vedere i calendari dei gironi e le combinazioni, dagli ottavi in poi.

Per quanti sono già pronti a rituffarsi con le figurine, in edicola c’è la nuova edizione dell’album Euro 2020. Nuova edizione in quanto già lo scorso anno uscì una raccolta dedicata… in quel caso fu una sorta di anteprima. Il Prewiew fu una cosa insolita, ma la vita da covid ciò imponeva e già con il materiale pronto la Panini ha rischiato questa uscita particolare. Ha avuto un buon seguito, ma non eccezionale, la gente – giustamente – pensava ad altro.

In questa edizione, invece, si cerca un coinvolgimento ancor più europeo, molte le iniziative da abbinare insieme alla raccolta, con l’album già disponibile sia in edicola e sia abbinato ai quotidiani sportivi in omaggio.

Curiosità, quindi, per scoprire i volti e i protagonisti di questa edizione. Guardando alle precedenti raccolte, rimane sempre il segnale della nostalgia. Di un calcio diverso, forse più bello perché lo ricordiamo insieme alla nostra gioventù. Aveva, probabilmente, qualche campione in più.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Il collezionismo appassiona sempre più italiani

L’Italia e la scelta difficile con due esclusi

figurine euro 2020
Modric e Morata sono alcuni tra i pezzi pregiati dell’album euro 2020 – foto masman

Guardando le pagine dedicate all’Italia balza sicuramente l’esclusione dai venti in rosa da collezionare di Nicolò Zaniolo. Protagonista a corrente alternata, assente alla competizione per i guai fisici che hanno già anticipato la scelta di Roberto Mancini. La Panini, dunque, non ha inserito il romanista così come fece nel 2000-2001 all’epoca con Ronaldo, infortunato cronico all’Inter.

L’Italia delle figurine ha venti volti, la squadra schierata e lo scudetto, in questo caso il simbolo della federazione. C’è un breve angolo statistico a spiegare il cammino della Nazionale, con pillole numeriche. Scoprendo che con quattro gol è Belotti il capocannoniere delle qualificazioni, seguito a tre gol da Jorginho, Barella, Immobile e Insigne. Così come, guardando al minutaggio, scopriamo che Bonucci ha giocato più minuti di tutti, ben 780, seguito da Jorginho a quota 777 e Barella molto più distante a 651.

Nelle figurine in azione sono dodici i titolarissimi dell’Italia, praticamente una formazione base più il primo cambio in attacco. Per la Panini, quindi, una formazione da collezionare con Acerbi, Bonucci, Emerson, Florenzi a difendere Donnarumma, una mediana composta da Barella, Jorginho e Locatelli, un attacco con Belotti, Immobile, Chiesa e Insigne. In effetti, l’assenza di Verratti è qualcosa di rilevabile.

678 figurine compongono l’album Euro 2020, gli appassionati sono già pronti per completarlo, ma i prezzi un tantino eccessivi creano malumori nei collezionisti di vecchia data.