Serie B, che lotta! Playoff sì, playout a rischio

Bjarnason Getty Images
Il bresciano Bjarnason indica la via dai playout ai playoff - Getty Images

Altri 90 minuti di fuoco in Serie B con verdetti playoff e playout ancora da stabilire. Nonché una promozione, la seconda, infuocata per tre squadre.

Il turno odierno metterà in campo squadre determinate a raggiungere l’obiettivo stagionale. Ha festeggiato già l’Empoli la vittoria del torneo martedì, con il secco 4-0 contro il Cosenza in casa, e saranno i toscani arbitri del destino altrui. Il big match coinvolge proprio il gruppo di Dionisi che affronterà in trasferta la Salernitana.

Un match importante per la classifica, in caso di vittoria la Salernitana rimarrebbe seconda e probabilmente potrebbe già festeggiare. In caso contrario rientrerebbe nel calderone dei playoff. Spareggi indesiderati, che ora coinvolgono un sacco di squadre. Playoff da evitare, quindi, per le big del campionato, come il Monza che proprio a Cosenza vorrà mantenersi viva sino all’ultimo istante. La squadra di Brocchi ha battuto entrambi le concorrenti, ovvero la Salernitana e il Lecce, quindi ha ora il vento in poppa. Ma in questa Serie B anche i playoff potrebbero andar bene.

Dall’altra parte, invece, il Cosenza andrà in campo per accorciare su Pordenone e Ascoli, riprendendo il treno playout, a questo punto visto come una chimera. Dalla sfida del “Marulla”, quindi, indicazioni da una parte e dell’altra della classifica. Il Lecce seguirà ovviamente con grande attenzione, affrontando l’altra calabrese dei cadetti, ovvero la Reggina. Che sogna un approdo ai playoff proprio in extremis.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Una grande torna nella serie cadetta

Cadetti equilibrati sino all’ultimo secondo

Zurkowski empoli - Getty Images
L’empolese Zurkowski, elemento interessante in questa Serie B – Getty Images

Il torneo si è diviso in tronconi. E, dopo le magnifiche quattro, c’è un gran bazar per le altre posizioni della poule promozione. Il Venezia, che ha conquistato un punto nel recupero a Pisa, ospiterà il Pordenone, al quale serve relativamente poco per salvarsi. I lagunari hanno necessità di confermarsi in alto, i ramarri vorranno arrivare all’ultima sfida, contro il Cosenza, senza dover fare i salti mortali.

Interessante anche la situazione del Brescia, che è rientrata in marcia grazie a Pep Clotet, quasi un emulo di Guardiola che ha già collaborato con Cellino. Il Brescia ospiterà proprio il Pisa e in casa vorrà confermare quanto fatto di buono recentemente. Ma occhio anche alla Spal, rimasta in ritiro e carica di rivalsa. L’avversario di giornata non sarà dei migliori, la Reggiana sino all’ultimo venderà cara la pelle, guardando ai playout con qualche rimpianto. La striscia non positiva dei mesi scorsi si è fatta sentire in classifica.

Interessante situazione per il Chievo Verona, che con il portafortuna Di Gaudio avrà solo un risultato contro il fanalino di coda Entella. Mentre Ascoli-Cittadella sarà una gara da tripla, ai marchigiani anche un pari andrebbe bene, ai veneti forse no.

Infine, Cremonese-Pescara per salutare probabilmente la squadra di Sebastiani in Serie B. i playout appaiono un miraggio, nonostante la vittoria contro la Reggiana. E a chiudere Frosinone-Vicenza, squadre tranquille, senza rischi playout e senza ulteriori voli pindarici per questa stagione.