Eriksen-Roma, il retroscena svelato dal danese: “Un’ossessione”

eriksen roma
Christian Eriksen giocatore dell'Inter (Getty Images)

Eriksen vuota il sacco, e non è sicuro della permanenza all’Inter: fu accostato alla Roma, per la quale il danese ha un’ossessione.

Un intreccio che ritorna, e si arricchisce di nuovo protagonista: José Mourinho. Eriksen ha fatto chiarezza sul suo legame con Conte, svelando diversi retroscena su un rapporto chiacchierato. I dubbi, le panchine, poi la svolta tattica e un confronto che si è trasformato in una seconda parte di stagione da protagonista in nerazzurro. Il danese, dopo l’addio di Conte non è certo di restare all’Inter, e le sue dichiarazioni potrebbero stuzzicare la Roma. I giallorossi trattarono in passato Eriksen e Sanchez, ma l’avvento del tecnico portoghese potrebbe cambiare le carte in tavola.

Resta però aperta la possibilità di un addio ai nerazzurri, che sarebbe clamoroso, per sua stessa ammissione. “L’addio di Conte è stato sorprendente. Lo ho appreso dai giornali, e sono rimasto colpito perché siamo sempre stati buoni amici. Lui ha una visione del calcio, io un’altra. Ma ci sta. Futuro? vedremo dopo gli Europei, ma quello che accadrà non lo so”. Eriksen apre alla possibilità di un addio, ma intanto si concentrerà sulla sua incredibile passione per i videogame. Quella che lui stesso definì “un’ossessione”. Soprattutto per la Roma.

Leggi anche: Rodrigo de Paul, il “pollo” divenuto cigno: auto e passioni dell’argentino

Eriksen e quella passione per la Roma: “La sceglievo sempre”

Eriksen
Christian Eriksen in azione (Getty Images)

Il trasferimento di Eriksen alla Roma, molto chiacchierato nel passato mercato estivo, non si concretizzò. Il danese ha però un’ossessione per i giallorossi, nata da un videogioco. Si tratta di Football Manager, forse il più appassionante prodotto del genere mai ideato per gli amanti del calcio. Il gioco manageriale permette agli allenatori virtuali di prendere il comando di un club, affrontando trattative, scambi di mercato, potenziamento delle strutture. Il tutto al fine di portare negli anni la propria squadra ai successi.

Eriksen ha raccontato in passato di avere una predilezione per la Roma, e il particolare per Francesco Totti. “La sceglievo sempre. Per il capitano in primis. Adoravo giocare con il numero 10 in campo. Poi mi sono concentrato sulla mia di carriera”. Una passione condivisa con altri calciatori come Pogba e Azplicueta, che attendono ogni anno il nuovo capitolo della saga. Chissà se un giorno Eriksen possa trasformarsi ad allenatore virtuale a calciatore della Roma.