Berisha e il Torino: un ritiro per convincere Ivan Juric

Berisha - Getty Images
Etrit Berisha passato dalla Spal ora al Torino - Getty Images

Etrit Berisha è il portiere sul quale punterà il Torino. I tifosi non sembrano essere felicissimi di questa scelta dei granata.

Berisha - Getty Images
Etrit Berisha passato dalla Spal ora al Torino – Getty Images

Il nuovo corso del Torino riparte da delle novità particolari, perché il calciomercato è una sorta di variabile impazzita con notevoli rivoluzioni in corso. In particolare, sul versante portieri c’è la sommossa messa in atto con l’addio di Salvatore Sirigu. Il vice portiere della Nazionale lascerà i granata, e il sostituto è stato già acquistato nei giorni precedenti.

L’albanese Etrit Berisha ha già firmato il suo contratto e svolto le visite mediche, imboccando la via del Piemonte dopo le ultime stagioni alla Spal. È arrivato in pratica in prestito con un comodo diritto di riscatto, andrebbe in pratica a ricoprire il ruolo di riserva… in quanto Ivan Juric lo ha già messo in competizione con Vanja Milinkovic-Savic, designato come il titolare iniziale.

È comunque un portiere esperto, Berisha. Non ha nessun problema di comunicazione perché da anni gioca in Italia, nella sua nazionale albanese è allenato da Edy Reja e non sembra avere alcuna nostalgia di casa. Soprattutto, è un portiere che non crea problemi nello spogliatoio e, in un ambiente granata sempre elettrico, non è un fattore marginale.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> I granata puntano un esperto della massima serie

L’albanese che vuole il salto di qualità

Berisha in uscita - Getty Images
L’albanese manca in Serie A da due stagioni – Getty Images

Paradossalmente, Etrit Berisha in Italia non ha mai avuto grandi titoli e copertine. Arrivato alla Lazio si è alternato con Federico Marchetti, poi è passato all’Atalanta. Dove ha giocato qualche stagione, ma senza diventare un giocatore fondamentale. Non a caso, Gian Piero Gasperini ha fatto altre scelte, relegando poi l’albanese a riserva.

L’approdo alla Spal gli ha garantito una buona continuità ma anche una retrocessione. Qualche guaio fisico e nell’autunno scorso lo spettro del covid. È stato tra i primi calciatori professionisti a essere ricoverato in ospedale, tanta è stata la preoccupazione per la salute del portiere.

Ha poi recuperato dal virus e ha giocato la seconda parte di stagione in Serie B, mentre la Spal non è riuscita a risalire la corrente avversa. L’addio senza grossi rimpianti alla fine è stata la conseguenza necessaria per tutti, il contratto da alleggerire per la dirigenza non era un fattore da poco conto.

A Torino, Berisha giocherà le sue chance, volendo dimostrare di essere un portiere da luci e ribalte. Davanti a sé però avrà… l’altissimo Milinkovic-Savic. Che ha giocato qualche gara con Marco Giampaolo e con Davide Nicola, ma ben pochi hanno capito se questo fratello d’arte sia pronto per la Serie A.

In ogni caso, Ivan Juric ha subito voluto stabilire le sue gerarchie. Il tecnico croato non è un tipo da alternanza di portieri, o giocherà l’albanese o il serbo.