Una Serie A per … anziani: quando il fiato non conta

Gli anziani o i vecchietti della Serie A sono sempre ben vigili. Soprattutto se bisognerà aggiornare i record di longevità.

Ibrahimovic primo piano - Getty Images
Zlatan Ibrahimovic tra gli “anziani” di questa Serie A – Getty Images

C’è una Serie A adatta anche per i più anziani. O vecchietti, che dir si voglia, perché sportivamente parlando sicuramente l’attenzione è rivolta anche a chi ha giocato tanti campionati. Il record man, al momento, sembra essere Gianluca Pegolo, che è il secondo portiere del Sassuolo con orgoglio. Superati i 40 anni non ha proprio voglia di smettere, esordì con il Verona in Serie A nella stagione 2001-02 ed è ancora attivo con brillantezza.

Nel ritiro del Sassuolo insieme al preparatore Paolo Orlandoni, per altro, ha preso sotto la sua ala protettrice i giovani portieri del domani neroverde, come nel caso di Gioele Zacchi, ed è sicuramente un aspetto da non sottovalutare. Attendendo, poi, il suo turno in porta, che nel corso di una stagione arriva sempre, con buona pace di Andrea Consigli, titolarissimo degli emiliani.

È una Serie A, però, che ha di fatto abbassato la media età per i più vecchietti. Non ci sono più gli… anziani di un tempo, in quanto il Bologna non ha proseguito il suo cammino con Rodrigo Palacio, che sul finire dello scorso campionato segnò addirittura una tripletta. Tanto per far capire che era tra gli anziani calcistici solo per una mera questione anagrafica.

In attesa di Super Gigi

Gianluca Pegolo - Getty Images
Gianluca Pegolo ha lo stesso ruolo di Buffon ma qualche anno in meno, “solo” 40 – Getty Images

Tra i vecchietti è… scomparso Gigi Buffon. Per meglio dire, è impegnato in Serie B con la maglia ritrovata del Parma. Ci esordì in Serie A nel 1995 contro il Milan, la ritrova ora a distanza di venti anni, ma nella categoria cadetta.

E con tutta l’intenzione di continuare a vincere, vorrebbe conquistare la sua seconda promozione dalla B alla Serie A, dopo quella raggiunta con la Juventus nella stagione 2006-07.

Tornando nella massima serie, andrebbe sicuramente a infrangere il record di Marco Ballotta. Il portiere ex Lazio arrivò a scendere in campo alla veneranda età di 44 anni e 89 giorni, qualcosa di incredibile per un estremo difensore impegnato anche in Champions League.

Buffon insegue un altro record e dovrà armarsi anche di pazienza, quindi, per riuscire a raggiungerlo. È ancora… troppo giovane per arrivare a questo livello, ma non mancherà di inseguire questa soddisfazione con costanza e abnegazione.

In Serie A, quindi, è nuovamente atteso il portiere dei record, che tra gli anziani e i vecchietti si trova quasi a disagio. Giocare rende giovani ed è una chiave di lettura anche importante per molti suoi colleghi, che nemmeno erano nati quando esordiva nella massima serie.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> La sfida dell’età parte anche in panchina

Ma anche per quanti attaccheranno la porta del Parma: quasi dei … nipotini proveranno a inviolare il muro eretto da Buffon.