Bomber storici e presenti: la Serie B aggiorna i record?

I bomber storici della Serie B sono sempre in costante aggiornamento. Perché molti attaccanti puntano a diventare almeno dei leader nella seconda serie italiana.

Coda in azione - Getty Images
In Serie B i bomber come Coda vogliono diventare storici – Getty Images

La capacità di fare gol rimane sempre immutata sia in Serie A che nel torneo cadetto. Però ci sono dei veri e propri specialisti, che hanno fatto bene nella massima serie ma sono entrati in un circolo privato ed esclusivo. Quello dei bomber storici di Serie B è un club abbastanza particolare, per entrare nel club c’è bisogno almeno di un centinaio di gol e dare così un gran segnale.

In pochi sono i datati, molti altri invece li abbiamo visti segnare nel corso degli ultimi anni. Il leader di questa classifica è Stefan Schwoch, che ha avuto la freddezza di segnare un sacco di gol con il Ravenna ma anche con il Venezia e il Napoli (due promozioni raggiunte) nonché con il Vicenza per un decennio. In totale 135 i gol per uno dei bomber storici della Serie B, anzi il migliore guardando ai numeri.

A un solo gol di distanza si è fermato Daniele Cacia. Con un sacco di club ha fatto sempre bene, segnando gol a raffica e ripetendosi solo poche volte in Serie A: forse poteva fare decisamente di più in alcune avventure calcistiche.

Alle spalle di altri campioni

Caracciolo al Brescia - Getty Images
Andrea Caracciolo idolo di Brescia – Getty Images

La classifica dei bomber comprende nel podio anche Andrea Caracciolo. L’airone ha siglato 132 reti, è stato l’idolo del “Rigamonti” di Brescia, continuando le sue avventure calcistiche sempre in Lombardia ma scendendo di categoria.

Più datata l’epopea di Domenico Costanzo a 130 reti e di Antonio De Vitis con 126 soddisfazioni personali, a legare il suo marchio nello storico Piacenza degli italiani nonché a Verona.

La cinquina è già più rodata e storica, da lì in poi c’è la corsa di Federico Dionisi. Dati in costante aggiornamento per l’attaccante dell’Ascoli, che quest’anno sembra avere una vera e propria marcia in più. Il meglio lo ha dato nel Frosinone, ma anche nelle Marche sta segnando gol pesanti che vedono i bianconeri in zona playoff.

I suoi obiettivi sono tanti, in primis quello di raggiungere Schwoch, ma anche di scalare la classifica dei bomber. In Serie A quota 119 gol e a 117 due vecchie conoscenze empolesi: Ciccio Tavano e Ciccio Caputo, due generazioni di gol a confronto.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> In Germania comanda sempre un attaccante…

Dario Hubner è fermo a 116 reti, le sue miglior fortune cadette sono state con il Cesena, mentre Marco Ferrante ha legato gran parte dei 114 gol al Torino. Un pochino più indietro altri due bomber in attività che possono arrivare almeno alle cento marcature, come nel caso di Camillo Ciano e soprattutto Massimo Coda, una garanzia per il Lecce.