Ritorno di fiamma: Julian Alvarez ora si riavvicina con forza alla Serie A

L’arrivo di Haaland al Manchester City potrebbe trasformarsi non solo nell’addio a Gabriel Jesus: il club di Serie A si fionda su Julian Alvarez.

Uno scossone pesantissimo sul calcio mondiale. L’attesa decisione di Erling Haaland è stata ufficializzata. Cifre pazzesche, annunci clamorosi, un arrivo al City che ha fatto esplodere la gioia dei tifosi.

Julian Alvarez
Julian Alvarez (LaPresse)

Anche di Liam Gallagher, super sostenitore dei Citizens che sui social ha inondato la bacheca di commenti d’apprezzamento. L’innesto dell’ormai ex Borussia Dortmund però impone scelte per Guardiola, che ora ha a disposizione un reparto offensivo molto affollato. Non solo sugli esterni, che rappresentano la chiave del gioco per il tecnico spagnolo. Nel ruolo di prima punta, che fra le altre cose Guardiola non ha mai del tutto amato, adesso sono in tre per una maglia.

Haaland sarà inevitabilmente il terminale offensivo di una squadra che non può più accampare scuse in caso di un altra delusione europea, e uno fra Gabriel Jesus e Julian Alvarez, inevitabilmente farà i bagagli.

Alvarez può arrivare in Serie A: il club tenta l’affondo decisivo

Alvarez
Alvarez in un contrasto aereo (LaPresse)

Il City dovrà quindi trovare una soluzione per alleggerire il monte ingaggi e soprattutto gestire al meglio l’affollamento nel reparto offensivo. Il rischio è che la valutazione di Gabeiel Jesus possa abbassarsi vista la necessità di venderlo, ma Guardiola non avrebbe problemi a mantenerlo in rosa.

Ecco quindi che l’addio potrebbe concretizzarsi in caso di un’offerta convincente, ma la soluzione che potrebbe prendere corpo è un prestito di Julian Alvarez. L’ex River, strappato ad una vasta concorrenza, è già pronto e mostra qualità e grande tecnica. Una esperienza da titolare in Europa però lo renderebbe ancora più completo, e in tal senso i club si mettono in fila.

Ecco perché la Fiorentina ci ripensa. Il club viola fu il primo a fiondarsi sull’attaccante per anticipare la concorrenza, ma fu costretto a fermarsi vista la valutazione e l’asta che era partita. La soluzione in prestito però potrebbe essere perfetta per i viola. Italiano è maestro nel valorizzare i giovani, e questo aspetto potrebbe tradursi in un ok del City. I presupposti quindi non mancano, e c’è chi giura che un tentativo potrebbe essere fatto a breve per tentare di avere in rosa almeno per un anno il futuro attaccante della nazionale albiceleste.