Tifosi del Milan gelati: cessione solo rimandata, caos rossonero

Regna il caos in casa Milan: a preoccupare non sono solo le trattative di mercato ma anche le situazioni contrattuali di diversi calciatori. 

Il Milan non può dormire sogni tranquilli in questa sessione di mercato. Mancanza di cessioni, trattative di mercato che non prendono quota e rinnovi di contratto a rilento rischiano di lasciare il segno in casa Milan. Maldini e Massara cercano soluzioni nel mentre.

Maldini e Massara, dirigenti del Milan
Maldini e Massara © LaPresse

Le nuove idee tattiche di Pioli non bastano, per un Milan che convince a metà dopo le prime due partite di campionato. Dopo l’esordio vittorioso in campionato contro l’Udinese, ecco che alla seconda giornata arriva il primo stop per la squadra campiona d’Italia. La squadra di Pioli non va oltre l’1-1 contro l’Atalanta di Gasperini. Rossoneri in svantaggio nel primo tempo grazie al gol di Ruslan Malinovsky. Nel secondo tempo, il Milan pareggia i conti con il rientrante Ismael Bennacer, bravo a saltare l’uomo, rientrare sul sinistro e tirare là dove Musso non può nulla. Punteggio fisso sull’1-1, con l’Atalanta che ferma i campioni d’Italia. La squadra rossonera è ora attesa dall’impegno casalingo contro il Bologna e chissà, magari potremmo vedere qualche volto in panchina. Se le augura Pioli, soprattutto dopo l’infortunio del suo jolly Rade Krunic. A rendere la situazione ancor più pesante sono i rinnovi di contratto a rilento, con l’incubo di vedere un Donnarumma oppure un Kessiè 2.0. Il mercato invece non decolla, con la trattativa con il Bordeaux per Onana che va a rilento nonostante diversi accordi verbali presi con il club francese.

Caos in casa Milan: ultime ore di mercato decisive

Da Theo Hernandez a Tonali, passando per Leao, la dirigenza ha cambiato le strategie di mercato dopo gli anni disastrosi del gruppo cinese. Una rosa che comprende un mix di calciatori giovani e “anziani”, con il Milan che ha cambiato approccio anche con lo scouting. Un Milan che può guardare con cauto ottimismo il futuro, dato che i rossoneri devono risolvere le situazioni contrattuali di Bennacer e Rafael Leao, entrambi in scadenza a Giugno 2024. Se per il primo potrebbero esserci dei margine, per l’esterno portoghese le voci di mercato non si placano. Chelsea e PSG sono sul talento del Milan, con i rossoneri che di certo non potranno far forza a lungo sulla clausola da 150 milioni di euro.

Rafael Leao, esterno del Milan
Rafael Leao © LaPresse

Come detto poc’anzi, il contratto di Rafael Leao scadrà a Giugno del 2024, con il Milan che è ad un bivio. Vendere il calciatore adesso significherebbe tanto a livello economico, con il Chelsea ad esempio disposto ad offrire fino a 120 milioni di euro. Tutto però, potrebbe cambiare nel giro di pochi mesi, con il portoghese che potrebbe andare via l’anno prossimo per cifre più contenute. Vedremo dunque quale sarà la scelta della dirigenza rossonera, con i tifosi che si augurano di non vedere più situazioni come quelle di Donnarumma o Kessiè.