Inter, Zhang chiude a Bc Partners: altre due offerte per il club

calciopolis
CalcioPolis.it

L’Inter è sempre più al centro di un’asta che potrebbe portare il club di Zhang in mano ad un altro fondo. Esaurita l’esclusiva concessa a Bc Partners, si sono fatte avanti altre due società pronte a sondare il terreno.  

La famiglia Zhang è pronta a cedere l’Inter. La trattativa con Bc Partners, ben avviata e condotta nell’ultimo mese, sembra però ad un punto fermo. Il patron dei nerazzurri aveva infatti concesso al fondo interessato la possibilità di verificare i conti della società prima di ascoltare l’offerta, dando addirittura un’esclusiva che per un periodo ha tagliato fuori la concorrenza. Il dialogo fra le parti però sembra essersi interrotto all’improvviso. L’analisi sui conti del club si è infatti conclusa, ma pare che nelle ultime ore Steven Zhang abbia comunicato agli amministratori delegati le difficoltà nel portare avanti un affare che sembra essere sfumato.

Pare che Zhang non abbia gradito la grossa esposizione mediatica e la condotta di Nikos Stathoupulos, che da Londra si è occupato di allacciare i rapporti per verificare la fattibilità dell’accordo. Sembra inoltre che la valutazione di 750 milioni fatta dal fondo americano, sia stata ritenuta troppo bassa per portare avanti un discorso che sembra ormai chiuso. Tutto da rifare quindi, ma non mancano le offerte e il passaggio di consegne potrebbe essere solo rimandato.

Leggi anche: Calciomercato, Juve e Inter regine in una stagione povera: una sorpresa sul podio

Inter, Zhang valuta due offerte. In corsa i fondi Eqt e Fortress

Mese caldo per l’Inter, che potrebbe passare in mano ad un altro fondo (Getty Images)

Steven Zhang ha fretta di cedere, ma non di accettare valutazioni sottostimate per l’Inter. Sfumata l’ipotesi Bc Partners, si aprono due strade per il numero uno del club, che sta già dialogando con due fondi molto importanti per capire se esistano i presupposti per l’affare. La pista spuntata nelle ultime ore parla di un forte interesse da parte dell’americana Fortress, appoggiata da Mubadala, fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti. Il gigante americano sarebbe, secondo indiscrezioni, pronto a scendere in campo con una proposta forte per Zhang, deciso a vendere tutto il club ma anche a ragionare su una quota di maggioranza da cedere al gruppo finanziario.

Anche Eqt, fondo svedese, pare essere in corsa per intavolare un dialogo e presentare un’offerta. Si tratta di un operatore di private equality che ha alle spalle la famiglia Wallenberg, fra le più potenti e ricche della Svezia con interessi in Electrolux, Saab ed Ericcson. Un gruppo forte che è fra i principali investitori di EQT. Sullo sfondo c’è anche la Ares, potente gestore globale di investimenti che però in passato era accostata alla Bc Partners e potrebbe essere quindi fuori dai giochi. Tante offerte sul tavolo quindi, ma l’impressione è che febbraio possa essere un mese caldo e la crisi di liquidità dell’Inter potrebbe accelerare una cessione già annunciata.