Calendario Juventus, dall’Inter al Porto: Pirlo si gioca la fiducia di Agnelli

pirlo juventus
Andrea Pirlo (GettyImages)

La Juventus affronterà 5 partite poco più di due settimane con avversarie di altissimo livello in tre competizioni diverse: Andrea Pirlo si gioca il proprio futuro sulla panchina. 

La Juventus è in corsa in ogni competizione. Ha vinto il girone di Champions League, è in semifinale di Coppa Italia e rincorre la vetta della classifica di Serie A, dominata dalle milanesi. Quella di questa sera contro l’Inter sarà la prima di un piccolo filotto di partite decisive per i bianconeri, ma sopratutto per Andrea Pirlo.

Il tecnico è stato difeso in diverse occasioni dalla dirigenza, tuttavia le prossime gare sono forse le più complicate dell’intera stagione della Juventus. E l’allenatore deve confermare la fiducia di Agnelli.

Leggi anche >>> Napoli, De Laurentiis e il cambio in panchina: la piazza non gradisce

Juventus, dalla Coppa Italia alla Champions League: per Pirlo vietato sbagliare

milan juventus pirlo
Andrea Pirlo (GettyImages)

In 15 giorni, la Vecchia Signora affronterà due volte l’Inter in Coppa Italia, Roma e Napoli in campionato e il Porto all’andata degli ottavi di finale di Champions League. Partite difficili, nella quale non sono concessi cali di concentrazione. Andrea Pirlo dovrà dimostrare di saper preparare in poco tempo gare di questa portata e per tale ragione il suo futuro sulla panchina della Juve potrà esser valutato al termine di questi cinque match di alto livello.

L’allenatore bianconero ha una sola certezza: Cristiano Ronaldo. Il portoghese è imprescindibile per l’intera squadra e servirà al 100% della condizione mentale e fisica per giocare ogni 3/4 giorni partite ad altissima intensità.

Non sono ammessi passi falsi in nessun torneo. Nelle ultime 6 edizioni, la Juve ha centrato per 5 volte la finale di Coppa Italia. Le due sfide di campionato saranno scontri diretti fondamentali e perdere punti per strada significherebbe frenare bruscamente la corsa per il decimo scudetto di fila. Infine, Pirlo è chiamato a superare gli ottavi di finale di Champions, impresa non riuscita al predecessore Maurizio Sarri uscito sconfitto contro il Lione.