Napoli, Koulibaly positivo al Covid: il difensore è in isolamento fiduciario

Napoli Koulibaly positivo covid
Koulibaly è risultato positivo al Covid (GettyImages)

Dopo Ghoulam anche Koulibaly è positivo al Covid in casa Napoli. La conferma arriva dalla società partenopea che lo ha comunicato pochi minuti fa. Il difensore è in isolamento ma sta bene.

Brutte notizie per il Napoli, che dopo Ghoulam registra un altro calciatore positivo al Covid. Si tratta di Kalidou Koulibaly, che  dopo il giro di tamponi odierno dovrà rispettare un periodo di isolamento. E’ il secondo caso in meno di 24 ore per i partenopei, e la situazione inizia a diventare preoccupante. Domani Gattuto, contro il Genoa, sarà in emergenza in difesa, e si va verso la scelta di Manolas e Maksimovic per comporre la linea centrale.

Ecco il comunicato del club partenopeo: “Dopo i tamponi effettuati questa mattina, Kalidou Koulibaly è risultato positivo al Covid-19. Il calciatore è asintomatico e osserverà il periodo di isolamento presso il proprio domicilio”.

Leggi anche: Napoli, Ghoulam positivo al Covid: sono tre i calciatori di Serie A in isolamento

Napoli, Gattuso perde anche Koulibaly, positivo al Covid: le scelte per la gara di domani

Napoli Ghoulam positivo covid
Ghoulam, con Koulibaly assente causa Covid (Getty Images)

In casa Napoli le notizie delle positività al Covid riscontrate per Koulibaly e Ghoulam, costringeranno Gattuso a rivedere i suoi piani. Contro il Genoa le scelte erano praticamente fatte, ma l’emergenza in difesa cambierà l’undici dei partenopei. Meret dovrebbe andare in porta ma resta aperto il duello con Ospina, e la coppia di centrali a questo punto sarà composta da Manolas e Maksimovic, con Hysaj e Mario Rui sugli esterni. A centrocampo Elmas, Bakayoko e Zielinski dovrebbero partire dal primo minuto, mentre in attacco Politano e Lozano dovrebbero essere di supporto a Petagna, con Insigne in ballottaggio ma pronto a subentrare.

Gattuso pensa anche al ritorno di Coppa Italia, ma intanto è in piena emergenza in difesa. In panchina l’allenatore dovrebbe avere nel ruolo di centrale solo Rrahmani, che si è visto poche volte nelle rotazioni degli azzurri.