Parma, la confusione regna sovrana: si cambia ancora?

D'Aversa, arbitri Parma
Roberto D'Aversa allenatore del Parma (Getty Images)

Il Parma è penultimo, la dirigenza in evidente stato confusionale: nuovo ribaltone in vista per i Ducali? La situazione è allarmante

Per il Parma questa è una stagione disgraziata. Appena due vittorie in campionato, di cui l’ultima a novembre col Genoa di Maran, e 13 punti, uno in più del Crotone ultimo, a quattro lunghezze dalla salvezza.

Una situazione difficile, aggravata dai problemi di mercato avuti nella sessione di gennaio. In molti hanno rifiutato il trasferimento ai ducali, e negli ultimi giorni di mercato c’è stata una corsa ad “arraffare” quanti più cartellini possibili, inserendo tanti giocatori in rosa, senza un vero progetto.

Leggi anche >>> Cagliari: dall’Europa alla salvezza

Leggi anche >>> Caos tamponi: deferimenti per la Lazio, Lotito e lo staff medico

Il pessimo rendimento di questa stagione

Già ad agosto, il cambio di allenatore D’Aversa-Liverani fece discutere, poi il cambio di proprietà, con l’arrivo dell’americano Kyle Krause. I risultati all’inizio erano buoni, come il pareggio a San Siro contro l’Inter.

Tante, però, le sconfitte, con il tecnico sopravvissuto alla pausa natalizia fino all’esonero inevitabile. E’ stato richiamato Roberto D’Aversa, eroe del ritorno in A dei Ducali, dal DS Carli, anche perché già al libro paga della società, ma il cambio di passo non è arrivato.

Il meeting delle ultime ore

I risultati scadenti delle ultime settimane hanno costretto ad una riunione tra Oliver Krause, figlio del presidente, in collegamento dagli USA, e il DS Carli con anche la presenza di Alessandro Lucarelli, vice del DS. Con un solo punto conquistato in cinque partite, ovviamente, la posizione di D’Aversa pare tutt’altro che salda.

Nel caso dovesse saltare l’attuale allenatore, ecco profilarsi la figura di Walter Zenga. L’ex portiere dell’Inter e della nazionale, nelle sue ultime esperienze italiane, non ha mai convinto; ha fallito la salvezza con il Crotone in A, quella in B col Venezia, mentre non è stato confermato a Cagliari ad agosto 2020. Non sembra esserci proprio pace per il Parma in stagione.