Ciro Immobile fa 31: dal Pescara alla Lazio, i suoi 5 gol più belli – Video

Ciro Immobile
Ciro Immobile

Ciro Immobile compie 31 anni e quest’oggi proverà a festeggiarli con una rete alla sua vittima preferita: la carrellata dei suoi cinque gol più belli.

12 gol in 13 partite. Il bottino di Ciro Immobile contro la Sampdoria, sua prossima avversaria nel giorno dei suoi 31 anni. Infatti, proprio quest’oggi festeggerà il suo compleanno nel modo migliore: giocando a calcio.

L’attaccante della Lazio si è ampiamente affermato nel calcio italiano. La Scarpa d’Oro conquistata la scorsa stagione è solo il coronamento di un sogno. Certo, mancano in bacheca trofei importanti come lo scudetto o coppe internazionali. Ma individualmente ha dimostrato di essere all’altezza dei migliori bomber europei. E sarà lui la star della Nazionale italiana ai prossimi Europei.

Di seguito la carrellata delle sue magie fuori e dentro l’area di rigore.

Leggi anche >>> Donnarumma frantuma record: in Milan-Inter il grande traguardo

Ciro Immobile, i suoi 5 gol più belli

Immobile tamponi Lazio Lotito
Ciro Immobile (GettyImages)

Nella sua grande stagione in Serie B con il Pescara di Zeman, ha siglato contro il Gubbio una rete di pregevole fattura.

Approdato al Toro, consacrerà il suo nome tra i migliori marcatori del campionato italiano. Sarà nella stagione 2013-14 che vincerà il primo titolo di capocannoniere della Serie A. Contro il Milan mette a segno una rete straordinaria, dimostrando di avere ottime qualità nel dribbling.

Nel campionato 2016-17, il bomber biancoceleste realizza una bellissima rovesciata contro il Torino.

Magia, follia, audacia. Allo scadere di Cagliari-Lazio della Serie A 2017/18, Ciro Immobile inventa un gol di tacco straordinario, sorprendendo il portiere avversario.

Nella gara di Serie A all’Olimpico tra Lazio e Spal, Immobile segna prima un gol facile facile sotto porta. Successivamente, ubriaca il portiere avversario e, con pochissimo spazio, calcia da una posizione impossibile. Scivolando sul prato, dà una parabola al pallone che gli permette di scavalcare la testa del difensore, posto sulla linea di porta. La sfera batte sul palo ed entra incredibilmente in rete.