Caos Inter, nuovi guai per Suning: cos’è successo

Uefa Inter zhang
La famiglia Zhang (Getty Images)

Altri guai per Suning, che dopo il messaggio di ieri sui tagli ad alcune attività crea nuove preoccupazioni ai tifosi dell’Inter. Dalla Cina arrivano notizie su ulteriori problemi e mancati pagamenti.

Non c’è pace per i tifosi dell’Inter, che incassano una nuova notizia sulla società targata Suning. Dalla Cina arrivano infatti notizie che creano confusione nel momento più caldo del campionato, a sole 24 ore dal derby. L’Inter arriva alla partita più sentita con il morale alle stelle e la voglia di staccare i rossoneri in classifica. Le vicende societarie però destano preoccupazioni, e le ultime notizie in casa nerazzurra non fanno che alimentare le voci di una cessione ormai necessaria.

Dalla Cina è rimbalzata oggi la voce di una rottura definitiva fra Suning e la società che gestisce i diritti tv in patria. La visione delle partite dell’Inter è stata ufficialmente bloccata, e il motivo sarebbe da ricercare nei pagamenti non effettuati dalla famiglia Zhang. Il precedente del 12 febbraio, quando il match contro la Fiorentina non fu trasmesso, fece scattare la scintilla fra Img e PPTv, società di Suning che ha acquistato i diritti del campionato. Il motivo del contendere era negli arretrati da versare dopo l’accordo per la trasmissione delle gare.

Leggi anche: Derby Milan-Inter: Ibra contro Lukaku e Theo sfida Hakimi

Inter, altri guai per Suning: non rispetta gli accordi e Img chiude le trasmissioni

Nuovi guai per la società di Zhang in Cina (Getty Images)
L’Inter prova a concentrarsi sul campo (Getty Images)

Dopo il primo stop alle dirette tv fu trovato un accordo tra le parti, che però non sembra essere stato rispettato dal patron dell’Inter. Pare infatti che da Nanchino non abbiano rispettato la calendarizzazione degli emolumenti pattuita per riallacciare il rapporto con Img, che ha risposto staccando il segnale.

Lo sottolinea Calciomercato.com, che precisa anche la posizione di Img. Pare infatti che PPTv abbia chiesto uno sconto dovuto alla crisi economica legata al Covid, ricevendo una risposta negativa da una società che ha già pagato i diritti Tv per la Serie A alla Lega e non può permettersi di ridurre le cifre per gli accordi. Uno sconto che non è stato quindi concesso, e che ha portato l’emittente di Zhang a non rispettare i patti. Da qui la decisione di tagliare i ponti e la visione delle gare del campionato italiano.

Leggi anche: Zhang, avvisa l’Inter e scatena la rabbia: “Taglieremo attività irrilevanti”

Inter, Suning risponde a Img: cresce la preoccupazione dei tifosi

Continuano i guai in casa Inter, e la notizia dello stop alle trasmissioni delle gare per i mancati pagamenti alimenta nuove preoccupazioni. PPTv ha risposto al taglio delle dirette accusando Img di aver venduto a società terze le partite, nonostante un accordo esclusivo con Suning. La reazione avrebbe portato alla richiesta di uno sconto, che non è stata accolta con le conseguenze ormai note. Img da parte sua ha chiarito che lo sconto era stato richiesto per far fronte alle difficoltà economiche legate alla pandemia e non ad altre motivazioni.

Un altro capitolo che si aggiunge ai problemi di Suning, ormai nel mirino dei tifosi nerazzurri. L’infelice dichiarazione sul “taglio delle attività irrilevanti” ha scatenato l’ira dei sostenitori, che adesso iniziano a fare la conta dei problemi di Zhang. Dal mancato versamento all’agente di Eriksen, all’informativa della Covisoc, passando per un mercato bloccato e l’assenza ormai lunghissima da Milano, le intenzioni della proprietà cinese sembrano ormai chiare.

Da Nanchino arrivano notizie di un’asse per chiudere in tempi breve le trattative con i fondi interessati al club. Un passo ormai necessario in una vicenda che si arricchisce ogni giorno di nuovi problemi, e che è fondamentale per il rispetto delle scadenze, fissate alla fine del mese di Marzo. Una data ormai vicina che segna il confine fra l’Inter e Suning, ormai sempre più ad un passo dall’addio.