Da Agger a Wiese, 5 calciatori che hanno cambiato vita dopo il ritiro

Daniel Agger ha deciso di cambiare vita dopo il ritiro dal calcio, così come hanno fatto alcuni suoi ex colleghi: ecco come guadagnano Osvaldo, Wiese, Hakan Sukur e Asprilla. 

Una volta appese le scarpe al chiodo, i calciatori devono decidere cosa fare da grandi. Molti restano legati al mondo dello sport. Chi diventa commentatore, chi opinionista, altri intraprendono la strada dirigenziale o da allenatore, la più usuale.

Altri ancora, invece, scelgono di cambiare totalmente la propria vita e coltivano le passioni in età adulta. E’ il caso di Daniel Agger, celebre difensore del Liverpool tra il 2006 e il 2014. E’ stato uno dei leader della difesa Reds, poi ha lasciato l’Inghilterra per chiudere la carriera in Danimarca, dove tutto ebbe inizio. Al termine delle due stagioni ha investito i suoi guadagni in due ambiti: tatuaggi e reti fognarie.

Leggi anche >>> Tottenham, Bale è tornato grande: Mourinho punta su “mister 100 milioni”

Daniel Agger: dopo il ritiro solo tatuaggi e fogne

L’ex centrale danese è un tatuatore qualificato ed è un cofondatore di Tattoodo, una piattaforma social di grande notorietà che mette a disposizione i disegni e le creazioni degli artisti. Una pagina piena di tatuaggi, contenuti che possono dare ispirazione agli appassionati. E Agger è davvero fan dei tatoo. Infatti, sul suo corpo ne ha tantissimi e vari. Tra questi, ha la sigla YNWA sulle dita di una mano: “You’ll Never Walk Alone“, l’inno del Liverpool.

Inoltre, assieme alla sua famiglia, Daniel è proprietario della rete fognaria KloAgger. La società è stata lanciata nel 2013 ed è gestita assieme al fratello ed un amico. Un investimento molto particolare, ma non l’unico di un ex calciatore. Infatti, anche altri suoi colleghi hanno tentato la fortuna in altri mondi.

Da Osvaldo-cantante a Wiese sul ring del Wrestling

Wiese, The Machine
Wiese, The Machine

Daniel Osvaldo è stato un calciatore di Serie A e ha indossato diverse maglie tra cui Fiorentina, Roma e Juventus. Non ha ufficializzato il termine della sua carriera calcistica, ma è coinvolto in pieno nel progetto musicale Barrio Viejo. Osvaldo è il frontman del gruppo rock e si gode a pieno la sua nuova vita da cantante.

Faustino Asprilla è un ex calciatore colombiano. Nel suo passato sul rettangolo di gioco ha indossato la maglia del Parma in Serie A, conquistando due Coppa UEFA, una Supercoppa Uefa e una Coppa Italia. Tuttavia, dopo il ritiro ha deciso di investire in un’azienda di profilattici. L’ex attaccante ha fondato la “Condones Tino“, nome che derivi proprio dal suo diminutivo.

Tim Wiese è stato un portiere tedesco, nonché il terzo della rosa che ha vinto il Mondiale nel 2014. Estremo difensore di grande esperienza, ma con altre passioni nella vita. Infatti, Wiese è diventato un wrestler e un culturista. Ha combattuto sul ring con il nome The Machine, ed ha cambiato totalmente il suo stile.

Hakan Sukur, il Toro del Bosforo, ha giocato in Italia con Inter e Parma, ma è certamente più noto agli appassionati di calcio come attaccante del Galatasaray. Tra i migliori marcatori della Turchia, dopo il ritiro ha intrapreso la strada da politico. Tuttavia, dopo alcuni commenti negativi contro Erdogan – presidente turco – ha dovuto lasciare il suo Paese. Inoltre, su di lui c’è un mandato d’arresto per un tentato golpe, quindi il rientro in Patria è sconsigliato. L’ex attaccante ha cambiato totalmente vita negli USA. E’ diventato un tassista Uber e vende libri.