Cristiano Ronaldo, la fine di un’era: Porto ancora indigesto come nel 2004

Cristiano Ronaldo esce ancora una vola agli ottavi di Champions contro il Porto: mai così male dagli esordi al Manchester United. 

Pochi avrebbero immaginato l’uscita dalla Champions League della Juventus al momento dei sorteggi. Gli ottavi di finale erano abbordabili, anche se insidiosi. Inoltre, per il secondo anno di fila i bianconeri non centrano i quarti, vanificando gli sforzi economici effettuati per provare a vincere la coppa.

Protagonista del fallimento è sicuramente Cristiano Ronaldo. L’attaccante portoghese da solo non può fare la differenza, è chiaro. Tuttavia, non è riuscito a migliorare il rendimento europeo della Juve: per certi versi l’ha peggiorato. CR7 ha appena compiuto 36 anni e potrebbe avere altri pochi anni di carriera ad alti livelli davanti a sé. Dopo le tre finali di Champions League raggiunte con la maglia del Real Madrid, arrivano tre delusioni consecutive con il club bianconero. Risultati così miseri non si vedevano dai tempi di Manchester.

Leggi anche >>> Pirlo si “conferma” e non pensa all’esonero: i sostituti però non mancano

Cristiano Ronaldo, fuori agli ottavi di Champions due volte consecutive: non accadeva dal 2005

cristiano ronaldo champions
Cristiano Ronaldo fuori agli ottavi di Champions League

Ai suoi esordi nella massima competizione europea, il fuoriclasse di Funchal non superò gli ottavi di finale. Era la stagione 2003-04 e giocava nel Manchester United, Cristiano Ronaldo superò il girone giocando diverse partite da titolare, ma nella fase ad eliminazione diretta gli furono preferiti giocatori più esperti. I Red Devils uscirono dal torneo proprio contro il Porto e CR7 subentrò nelle due sfide solo nei minuti finali. L’anno successivo nel 2005, fu il Milan a sbattere fuori dalla Champions il Manchester di Ronaldo, ancora una volta agli ottavi di finale. Il club inglese fece addirittura peggio nella stagione successiva, arrivando ultimo del proprio gruppo, non centrando neppure la qualificazione alla Coppa UEFA.

Insomma, il cerchio sembra chiudersi. La sua storia in Champions è cominciata con il Porto agli ottavi di finale e dopo 17 anni sono ancora i Draghi a sbatterlo fuori dalla competizione. Il regno di Cristiano Ronaldo sembra sgretolarsi a poco a poco. E nel frattempo, il nuovo che avanza prova a destituirlo.