Mutu e i suoi fratelli: Man e Mihaila in rampa di lancio

Mutu e i suoi eredi: il Parma ora scopre Man e Mihaila, la storia può ripetersi

Adrian Mutu a Parma lasciò in una sola stagione un ricordo indelebile, Man e Mihaila vogliono fare questo in appena metà campionato. La Romania sorride al Parma, che già in passato ebbe un giocatore abbastanza rappresentativo a regalargli fortune. Nel caso di Adrian Mutu, Parma divenne un trampolino per la carriera. Dopo l’acquisto dell’Inter e il prestito di Verona, Mutu a Parma con Prandelli trovò un partner eccellente in Adriano e con 31 presenze e 18 gol lasciò un gran ricordo. Prima dell’approdo al Chelsea, e di una carriera che proseguì anche in Italia con Juventus, Fiorentina (soprattutto) e Cesena.

Per Man e Mihaila la situazione è ben diversa. Intanto si trovano in una situazione difficile da gestire, con la salvezza del Parma che è ancora un obiettivo molto lontano. E, proprio per questo, i due rumeni hanno preso lentamente in mano la situazione, mostrando che talento e gioventù possono servire anche nei bassi fondi della Serie A. Dove magari non si gioca di fioretto, ma ogni tanto serve anche il colpo di genio.

Come nel caso della partita di domenica, l’azione del primo gol nasce proprio per merito dei due giocatori, finalizzata da Mihaila alla sua seconda rete consecutiva, dopo la marcatura contro la Fiorentina al “Franchi”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Ecco la gara della loro consacrazione

Man e Mihaila per la salvezza

Il Parma esulta - Getty images
Il Parma vuole tornare ai tempi di Mutu, con Mihaila e Man – Getty images

Non sono nemmeno costati poco questi due giocatori, segnale che su di loro le attese sono molte. Valentin Mihaila forse è quello che si conosce leggermente di più. Classe 2000, dopo 62 presenze e 8 gol nel Craioia, è arrivato in Emilia, ritagliandosi pian pianino sempre più un ruolo importante. Pagato otto milioni e mezzo, Mihaila può diventare un giocatore importante se mantiene la continuità, e guarda più spesso alla porta.

Per la generosità c’è sempre tempo, quando c’è da inquadrare lo specchio bisogna far quello, e lo ha capito nelle ultime due partite. Soprattutto, punta con decisione l’uomo e va con decisione negli spazi aperti, sfruttando una velocità di grande efficacia.

E con gioia di Kyle Krause, nuovo magnate dei crociati, anche l’innesto di Dennis Man si sta rivelando utile. Pagato ben tredici milioni e mezzo, Man ha fatto faville nel campionato romeno, tanto che ha lasciato il FCSB con un ruolino impressionante: nella prima parte della stagione aveva messo insieme 18 presenze e 14 gol.

Numeri impressionanti per un esterno, che fa della sua velocità un’arma micidiale. È un’altra scommessa che pare sembri funzionare, chiaro che ora bisognerà scoprire come il Parma concretizzerà al meglio la vittoria contro la Roma. Partendo già dal match contro il Genoa, recupererà Kucka e starà sulla linea dei centrocampisti perché ora il Parma pare aver trovato una quadratura lì davanti. Man e Mihaila sugli esterni, Pellè centravanti. Ed è un’altra musica.