Ibrahimovic, dal Manchester United al ritorno in Svezia: tutto in 15 giorni

Zlatan Ibrahimovic è pronto al rientro in campo dopo l’infortunio: nel mirino 5 partite, dal Manchester United alle gare con la Svezia. 

Manca sempre meno al suo ritorno in campo. Dopo averlo visto padroneggiare il palco dell’Ariston al Festival di Sanremo, Zlatan Ibrahimovic è pronto ad indossare la sua divisa e tornare a fare ciò che gli compete: i gol. Il Milan ha bisogno in questo momento del suo top player, rimasto infortunato per circa due settimane a causa di un problema agli adduttori. La sua assenza è pesata alla formazione rossonera. Ha saltato le ultime tre partite di campionato, in cui i suoi compagni hanno racimolato appena 4 punti: pochi considerando la fuga dell’Inter verso la conquista dello scudetto. Nel mezzo, non ha disputato neanche la gara d’andata di Europa League, terminata 1-1 all’Old Trafford.

Per il ritorno in programma il 18 marzo al San Siro di Milano, Ibrahimovic può rientrare tra i convocati che sfideranno il Manchester United. Il recupero dall’infortunio procede per il meglio e quasi sicuramente sarà a disposizione di mister Pioli. Zlatan si è prefissato diversi obiettivi per i prossimi 15 giorni: dopo tanto riposo, vorrà scendere in campo in ogni match, in qualsiasi competizione.

Leggi anche >>> Ibrahimovic a Sanremo: i migliori momenti dello svedese – Video

Ibrahimovic, 5 partite in 15 giorni: Manchester United, Fiorentina e la riconquista della Svezia

ibrahimovic infortunio
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Il commissario tecnico della Svezia Jan Andersson ha inserito nella lista dei pre-convocati Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante rossonero lascerà l’Italia per indossare nuovamente la divisa della sua Nazionale dopo 5 anni dal suo ritiro. Georgia e Kosovo, rispettivamente il 25 ed il 28 marzo, sono le avversarie del gruppo delle qualificazioni ai Mondiali 2022. Infine, il 31 marzo ci sarà l’amichevole contro l’Estonia, altra opportunità per mettersi in mostra e dimostrare di essere utile per la sua Svezia. Nel mirino non c’è sicuramente la Coppa del Mondo in Qatar, bensì il prossimo campionato europeo che si disputerà tra qualche mese. Ibra vuole essere protagonista assoluto quest’estate.

Prima di ritornare in Patria, dovrà pensare a salvare il suo Milan. C’è una qualificazione ai quarti di finale di Europa League da conquistare, contro la sua ex squadra. Inoltre, domenica prossima ci sarà la trasferta all’Artemio Franchi contro la Fiorentina. Un match per rilanciarsi in campionato ed evitare di consegnare lo scudetto all’Inter così in anticipo. Ma al di là del titolo, un altro passo falso potrebbe essere davvero pericoloso. Tante squadre lottano per i primi quattro posti e i rossoneri rischiano di restare risucchiate dalla rimonta di Juve, Atalanta, Napoli, Roma e Lazio.