Cadice-Valencia sospesa per razzismo: caos in campo

diakhaby valencia
Il giocatore del Valencia Diakhaby (Getty Images)

Assurdo quanto appena avvenuto durante Cadice-Valencia. La partita è stata momentaneamente sospesa per un presunto insulto razzista di uno dei giocatori di casa nei confronti di un avversario.

Insulti razzisti di un giocatore del Cadice nei confronti del difensore avversario, Diakhaby, durante la gara di Liga contro il Valencia. Partita sospesa a seguito dell’abbandono del campo da parte degli ospiti, che si sono rifiutati di proseguire il match dopo quanto avvenuto sul terreno da gioco. Situazione immersa nel caos più totale, anche i calciatore del Cadice sono usciti dal terreno da gioco. Il tutto è avvenuto verso la fine del primo tempo.

Incertezza per quanto riguarda la ripresa del match (al momento della sospensione il risultato era di 1-1), vi terremo informati. Sui social intanto monta la polemica: tanti gli utenti che hanno commentato, condannandolo, l’ennesimo caso di razzismo su un campo da calcio.

Insulti razzisti a Diakhaby: gli aggiornamenti da Cadice-Valencia

Ore 19:25 – Sta per riprendere il match. Squadre di nuovo in campo ma il calciatore di casa finito nella bufera (Cala) è stato sostituito dal suo allenatore.

Giornalisti da Cadice affermano come il difensore del Valencia, in lacrime negli spogliatoi, abbia comunque chiesto ai suoi compagni di tornare in campo per giocare il match. Il francese ha chiesto di uscire ed è stato sostituito dal suo tecnico, decidendo poi di andare a sedersi in tribuna, dicono, con “una faccia non tranquilla”. Un caso sicuramente che farà discutere molto nelle prossime ore.

Di seguito il video di quanto accaduto questo pomeriggio in campo. Scene di caos con la Diakahby infuriato contro il suo avversario. L’arbitro che tenta di ristabilire l’ordine, poi l’abbandono del campo di gioco da parte dei giocatori ospiti.