Agenti all’incasso: le cifre della Serie A

Javier Pastore Roma - Getty images
Il procuratore che avrà un lavoro insolito sarà quello di Pastore - Getty images

Gli agenti costano più di un calciatore. Se guardiamo alle spese annue della società, ci accorgiamo come la spesa dei procuratori stia diventando sempre più pressante.

Il 2020 degli agenti è stato più che proficuo. Guardando a quanto hanno guadagnato dalle varie società, si capisce perché molti procuratori siano così attaccati ai loro calciatori. Da far muovere il più possibile, per incassare gabelle e prestazioni di capogiro.

Chi spende di più alla voce è la Juventus, che ha elargito 20,8 milioni al mondo dei procuratori a vario titolo. Cifre consistenti che nel 2020 sono giustificate sin quando non è arrivato il Covid anche a dare un freno: nel 2021 scommettiamo in un calo della cifra.

Al secondo posto è la Roma, che agli agenti ha donato qualcosa come 19,2 milioni. Tanti soldi, commensurando il fatto che i giallorossi non lottano sicuramente per il titolo. Addirittura ha elargito una decina di milioni in meno rispetto all’Inter, che è sesta in questa graduatoria con 9,1 milioni per i procuratori.

Gli agenti hanno incassato tanto dal Milan, terzo nella classifica particolare con 14,2 milioni. Cifre che vanno guardate a tutto tondo, tra premi di valorizzazioni, trasferimenti, percentuali e tante piccole clausole che a volte non vengono svelate ai media. Ma diventano fonte di guadagno poi successivamente.

 POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Ecco l’agente più “temuto” in sede di trattative

Chi più spende…meno punti fa

Rabiot in campo - Getty images
Gli agenti “fatti in casa”: lo juventino Rabiot ha scelto sua madre – Getty Images

Il caso della Fiorentina è abbastanza emblematico. Quinta in graduatoria con 9,7 milioni l’anno di commissioni agli agenti… è in piena bagarre salvezza o quasi. Sicuramente un qualcosa da far riflettere se pensiamo che l’Atalanta – settima in classifica – ha speso qualcosa come 6 milioni. Ottenendo molto di più dai suoi calciatori, trovandoli nei campionati inesplorati di Belgio e Olanda, facendoli poi diventare delle superstar o quasi.

A Firenze, evidentemente, non è tutto oro quel che luccica, la cifra spesa per i procuratori non è giustificata. E avranno anche difficoltà a “strappare” ulteriori bonus vedendo le prestazioni dei viola, nonché considerato lo stato di crisi generale nel mondo del calcio.

Il Napoli è quarto con 12,1 milioni per gli agenti, meno della metà ha speso la Lazio con 5,5 milioni. Conoscendo Claudio Lotito, non avevamo dubbi sul posizionamento della squadra biancoazzurra su questo fronte.

Fa impressione anche il divario tra le squadre salvezza e le neopromosse. Il Benevento e Il Crotone hanno devoluto circa un milione agli agenti, lo Spezia qualcosa come circa 900mila. Il Torino, il Genoa e il Cagliari invece 3,5 milioni a testa.

Il Parma, penultimo, invece, tra resa e soldi non ha avuto fortuna. 4,5 milioni circa per una salvezza nella prima parte di stagione e un crollo nell’altra parte del 2020.

Vedremo cosa accadrà in tutto il 2021 e nel prossimo calciomercato. Sarà il mercato degli svincolati a fare da ascensore su determinate cifre.