Juventus Napoli, quando la storia cambia: probabili formazioni

Juventus Napoli
Juventus Napoli, la gara del San Paolo (Getty Images)

Juventus Napoli, la sfida infinita e la storia riscritta in due mesi: le probabili formazioni di una gara fondamentale

Come cambia la vita in poco più di un mese. Il 12 febbraio era la vigilia di Napoli-Juventus e sembrava una sfida da dentro-fuori per Gennaro Gattuso, mentre sull’altra panchina Pirlo sembrava più saldo che mai. Poi la sconfitta del giorno dopo e quella col Porto pochi giorni dopo sono stati l’inizio di un declino che ora ha decisamente ribaltato la situazione.

Napoli in grande spolvero e Gattuso che si toglie diversi sassolini dalle scarpe, Juve in caduta libera con Pirlo che rischia il posto e potrebbe perderlo molto presto, se dovesse uscire anche dalle prime 4 in campionato.

Un momento difficilissimo per la Juve, con il mini focolaio Covid creatosi dopo gli impegni delle Nazionali. Prima Bonucci, poi Bernardeschi, in mezzo anche Demiral che l’ha preso con la Turchia. Intanto sono stati reintegrati McKennie, Dybala e Arthur, sospesi dopo la festa a casa dello statunitense. Altro episodio che la dice lunga sulla confusione che regna in casa bianconera, fra problemi di spogliatoio e risultati che non arrivano.

A farne le spese, alla fine, potrebbe essere proprio Andrea Pirlo, che ha fatto due punti nelle ultime due sfide con due squadre di bassa classifica come Torino e Benevento e che, se non batte il Napoli, perderà anche il quarto posto, visto il vantaggio negli scontri diretti per gli azzurri di Gattuso.

LEGGI ANCHE >>> Rinvio Juve Napoli, la decisione dell’Asl: Bernardeschi preoccupa

Qui Napoli: Gattuso recupera Ospina e ha diversi dubbi

Juventus Napoli
Juventus Napoli, la gara del San Paolo (Getty Images)

La prima buona notizia di giornata per il Napoli arriva da Castel Volturno, dove Gattuso ha praticamente recuperato David Ospina. Il portiere colombiano ha svolto tutta la seduta in gruppo e quindi per la sfida dello Stadium torna in ballottaggio con Alex Meret, che però dovrebbe partire dal primo minuto.

Ci sono diversi dubbi di formazione, in casa azzurra, ed è solo un bene: quasi tutta la rosa è a disposizione e nei ruoli chiave c’è solo l’imbarazzo della scelta. In difesa torna Koulibaly dalla squalifica e sarà lui con Manolas a blindare una difesa da registrare, e non poco, visti i disastri col Crotone. Di Lorenzo in grande spolvero a destra, a sinistra Hysaj in vantaggio su Mario Rui.

In mezzo al campo si rivede Diego Demme con Fabiàn Ruiz, più avanti invece ci sono altri due ballottaggi. Zielinski ed Insigne sembrano sicuri del posto mentre a destra più Lozano di Politano. Punta centrale: Osimhen sta bene, Mertens anche meglio. Sarà una scelta difficile ma alla fine dovrebbe spuntarla il belga, che offre più soluzioni anche da fermo e, se sta così, è davvero difficile da lasciare in panchina.

Juventus-Napoli, le formazioni: i ballottaggi di Gattuso

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; Chiesa, Bentancur, Rabiot, McKennie (Kulusevski); Morata, Cristiano Ronaldo. All. Pirlo

Napoli (4-2-3-1): Meret (Ospina); Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj (Mario Rui); Fabian, Demme; Lozano (Politano), Zielinski, Insigne, Mertens (Osimhen). All. Gattuso