Superlega, Ceferin minaccia: gli azzurri che rischiano la Nazionale

Mancini Euro 2021 convocati
Roberto Mancini, Ct della nazionale (Getty Images)

L’annuncio della creazione della Superlega ha scosso e diviso in due l’intero calcio professionistico europeo. Ceferin minaccia battaglie legali da parte della Uefa (e Fifa) ma non solo, con la possibile esclusione dei giocatori dei club firmatari da Europeo e Mondiale. Chi sono i nazionali azzurri che rischierebbero la convocazione?

La data del 19 aprile 2021 rischia di entrare nella storia come quella che ha per sempre cambiato il volto del calcio professionistico europeo. La nota dei club fondatori della Superlega, l’annuncio della creazione della nuova manifestazione con l’elìte del calcio continentale, con conseguente abbandono di Champions ed Europa League. Una mossa che non poteva, e non può, essere accettata dalla Uefa e dalla Fifa, le massime istituzioni in campo europeo e mondiale, che minacciano battaglie legali ma non solamente.

Leggi anche–> Superlega, questione di soldi

Pochi minuti fa in un intervento il numero uno della Uefa, Ceferin, ha spiegato come tutti i giocatori tesserati con la squadre firmatarie dell’accordo per la Superlega rischiano di essere esclusi da Europeo e Mondiale. Il tutto a poche settimane dall’inizio di Euro2021, ma difficilmente la proposta di Ceferin potrà essere attuata già in estate, prima che la Superlega conosca la sua edizione d’esordio. Il pericolo maggiore, quindi, è rivolto al Mondiale del 2022 e a tutti gli impegni delle Nazionali della prossima stagione, se davvero il torneo dovesse iniziare già nel 2021.

Mancini potrebbe fare la conta degli azzurri non convocabili, ritrovandosi con una squadra decisamente ridotta all’osso. Ma chi sono i nazionali italiani che rischiano di rinunciare alla Nazionale?

La Superlega contro il calcio europeo. La promessa di Ceferin

Alla luce delle parole di Ceferin i giocatori azzurri che, rimanendo nelle squadre attuali, rischierebbero di non poter essere convocati in nazionale sarebbero molti. Tutti coloro che giocano attualmente per Juve, Inter e Milan (i tre club italiani fondatori del nuovo torneo), ma anche coloro che giocano all’estero nei club che aderiranno al progetto (in forse il PSG di Verratti, Florenzi e Kean).

Allo stato attuale delle cose, e considerando anche che gli affari di mercato maggiori potrebbero concretizzarsi proprio tra i grandi club firmati, quindi chi rischierebbe di non essere convocato in Nazionale? Donnarumma, specialmente se dovessero trovare conferma le voci che in caso di addio al Milan ci sarebbe la Juventus. Romagnoli sarebbe un altro a rischio, così come l’interista Bastoni e il duo Chiellini (ma c’è anche l’ipotesi ritiro a fine stagione) e Bonucci. Emerson Palmieri, che dal Chelsea è stato accostato a Juve e Inter, Jorginho, ma anche Chiesa e Barella solo per citarne altri due.