Benevento, l’esonero di Inzaghi è rimandato: Vigorito salva il suo tecnico

benevento inzaghi esonero
Benevento-Udinese 4-2 (Getty Images)

Il Benevento perde ancora e Vigorito dopo una pausa di riflessione salva Inzaghi dall’esonero. Indetto, però, il silenzio stampa

Altra partita e altra sconfitta per il Benevento di Pippo Inzaghi, stavolta 4-2 in casa contro l’Udinese. Stavolta, a parlare è il presidente Vigorito, che ha indetto il silenzio stampa e dopo essersi preso una pausa di riflessione, ha confermato l’allenatore, almeno fino alla prossima partita.

Il Benevento giocherà contro il Milan nell’anticipo del sabato delle 20:45, e a San Siro le streghe non potranno più sbagliare. Certamente, un punto sarebbe gradito, ma col Cagliari in ripresa dietro, potrebbe non bastare l’impresa a Milano.

In seguito, ecco che la squadra del presidente Vigorito affronterà proprio i sardi in una sfida cruciale per la salvezza. Poi, altro scontro proibitivo con l’Atalanta, altro match caldo col Crotone e infine partita col Torino. Un calendario difficile, in cui se Inzaghi dovesse fallire già dalla partita col Milan, potrebbe vedere il suo esonero dalla panchina del Benevento.

Leggi anche >>> Esonero Pirlo, arriva l’annuncio di Paratici: la Juve ha deciso

Leggi anche >>> Vlahovic, cucchiaio e record contro la Juve: Rabiot nel mirino – VIDEO

Benevento, chi può subentrare al posto di Inzaghi

inzaghi benevento
Pippo Inzaghi attualmente confermato sulla panchina del Benevento (Getty Images)

Con una sola vittoria nel girone di ritorno, il Benevento rischia di retrocedere in Serie B, nonostante la grande prima parte del campionato. La partita vinta 1-0 a Torino contro la Juventus, ha salvato proprio prima della sosta, Inzaghi dall’esonero, ma probabilmente quel match è stato solo un fulmine a ciel sereno.

Al momento, non ci sono voci sulla rosa di nomi possibili in sostituzioni del tecnico delle streghe. Tuttavia, tra i liberi c’è Walter Zenga, che è stato in corso anche per la panchina di Cagliari, Crotone e soprattutto Parma in questa stagione.

Ancora, è libero anche Mazzarri, che però è stato in orbita Roma e Napoli, e forse non accetterebbe una società minore, che comunque ha una società forte alle spalle. Presente anche Andreazzoli, lontano dalle panchine dal 2019, cioè dall’esonero col Genoa.

Infine, ci sarebbe anche Montella, che è da poco tornato a parlare dopo più di un anno di assenza dai microfoni. Difficile, invece, l’arrivo di qualche tecnico esonerato in questa stagione da altre squadre, come Giampaolo, Liverani o Maran.

La situazione del Benevento, dunque, è molto chiara e grave. L’esonero di Inzaghi è stato scongiurato dal presidente Vigorito, ma attenzione subito alla prossima partita col Milan, perché se non ci sarà l’impresa, la separazione tra l’allenatore e le streghe sarebbe inevitabile.