Gosens spaventa l’Atalanta: la rivelazione sul suo futuro

gosens atalanta
Gosens spaventa l'Atalanta (Gettyimages)

Robin Gosens ha svelato di aver un sogno nel cassetto e spaventa l’Atalanta con alcune dichiarazioni: la rivelazione sul suo futuro.

Gian Piero Gasperini ha saputo valorizzare diversi calciatori dell’Atalanta, da Caldara a Gollini, da Zapata a Muriel. Ma tra tanti, forse uno dei giocatori più apprezzati in Serie A e tra i top club europei è Robin Gosens. L’esterno sinistro è uno dei migliori giocatori della rosa bergamasca e non è un caso che il Commissario Tecnico Loew abbia iniziato a chiamarlo in Nazionale nel giro degli ultimi mesi. Finora ha disputato appena 4 partite, ma le aspettative sulla convocazione all’Europeo sono molto alte.

Lo stesso tesserato dell’Atalanta spera di far parte dei 23 – o 26 visto che l’UEFA sta pensando di allargare la lista – e ha rilasciato alcune dichiarazioni in un intervista: “Spero di essere convocato per Euro 2020, sarebbe la cosa più bella – ha affermato Gosens – Mentirei se dicessi il contrario“.

Ma il suo sogno non è solo far parte della spedizione della Germania al torneo continentale. Infatti, l’esterno classe 1994 avrebbe intenzione di ritornare nel suo Paese per giocare stabilmente nel massimo campionato.

Leggi anche >>> Atalanta da record: Gasperini aumenta la sua collezione

Gosens snobba l’Atalanta: “Sogno di giocare in Bundesliga”

gosens atalanta
Atalanta, Gosens “tradisce” lo Schalke e apre al Borussia Dortmund

Dal 2012 Robin non gioca in Germania. Prima di approdare nel club nerazzurro ha indossato diverse maglie di squadre olandesi: Vitesse, Dordrecht e Heracles Almelo. La consacrazione di Gosens, però, è arrivata all’Atalanta grazie al gioco propositivo di Gasperini. Negli ultimi due anni, specialmente, è diventato un titolare inamovibile e ha numeri da bomber: 9 gol in campionato sia nelle scorsa stagione, sia in quella attuale, con l’unica differenza che può ancora migliorare il suo score.

Tuttavia, stando a quanto rilasciato nell’intervista a DPA, l’agenzia di stampa tedesca, il #8 della Dea ha confermato di essere tifoso dello Schalke 04, ma non escluderebbe a priori un trasferimento nel club rivale: “Se mi chiamasse il Borussia Dortmund? Domanda difficile, ma se davvero arrivasse un’offerta ci penserei – poi ha aggiunto – E’ una questione di ambizioni, e io sogno di giocare in Bundesliga prima o poi“.

Il contratto del terzino tedesco con il club bergamasco scadrà nel 2022 e ovviamente, senza un rinnovo, quest’estate potrebbe diventare molto bollente.