Juventus, con l’Udinese quale motivazione con metà squadra in partenza?

juventus formazione
Getty Images

Oggi alle ore 18:00 la Juventus sarà chiamata a rispondere al Milan (e eventualmente anche a Atalanta e Napoli) per riprendersi il quarto posto in classifica. Bianconeri impegnati contro l’Udinese in una sfida delicatissima per la Champions League.

Il Milan ieri sera contro il Benevento ha dato un primo scossone alla zona Champions. Mentre l’Inter viaggia verso lo scudetto, dietro cinque squadre battagliano per appena 3 posti. Due tra Atalanta, Napoli, Milan, Juventus e Lazio a fine campionato non saranno in Champions League, con i biancocelesti attualmente più staccati in classifica ma con una partita ancora da recuperare.

Il clima in casa Juventus non è dei più sereni. Ci si appresta a vivere questo finale di stagione in modo del tutto inedito se considerati gli ultimi 10 anni, quando i bianconeri arrivavano a maggio praticamente già con il titolo in cassaforte. Questa volta ci sarà da lottare, di gettarsi nel fango per strappare una qualificazione alla Champions dalla quale dipenderanno anche molte strategie di mercato dei campioni d’Italia uscenti.

Leggi anche–> Ronaldo, nuova possibilità per il portoghese 

In casa Juve c’è però un grande paradosso: quanti giocatori attuali in rosa saranno presenti anche nella prossima stagione? Quanto potrà essere elevata la motivazione di calciatori sicuri partenti, che non fanno parte del futuro sportivo della squadra? Fermo restando che si tratta di professionisti, c’è il rischio che inconsciamente abbiano meno fuoco rispetto agli altri?

Dalla difesa all’attacco, in parecchi sono sul piede di partenza. Questo influirà da qui in avanti?

Udinese-Juventus, le probabili formazioni

Giocatori come Szczeszy, Alex Sandro, Rabiot, Ramsey, Bernardeschi, Bentancur in caso di buone offerte verranno ceduti nella prossima estate. Stesso discorso per quanto riguarda i big dell’attacco: grossi punti interrogativi su Ronaldo, Morata e Dybala, ognuno a suo modo il bilico e potenzialmente partente. Praticamente Pirlo dovrà contare su una mezza squadra di sicuri (o molto probabili) partenti, con tutte le motivazioni del caso ‘scemate‘ da questa situazione.

Il mister bianconero conterà sulla professionalità e sulla serietà dei suoi uomini, ma il clima in casa Juve non è già dei migliori. Oggi a Udine è attesa una risposta importante, da tutti, per scacciare paure e dubbi.

Squadre in campo con queste formazioni?

UDINESE (3-5-1-1): Scuffet; Becao, Nuytinck, Bonifazi; Molina, De Paul, Walace, Arslan, Stryger Larsen; Pereyra; Okaka. All. Luca Gotti.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, McKennie; Dybala, Cristiano Ronaldo. All. Andrea Pirlo.