Mourinho, ritorno e tradimento? Lo Special smentisce sé stesso

Mourinho arrabbiato
Getty Images

Esonerato due settimane fa dal Tottenham, José Mourinho sembra già pronto per tornare in pista già nella prossima estate. L’allenatore portoghese ‘spiazza‘ i tifosi dell’Inter e annuncia un possibile ritorno in Serie A.

La notizia del suo esonero è passata forse in sordina, essendo arrivata nelle ore più turbolente nel bel mezzo del caos provocato dalla creazione della Superlega. José Mourinho cacciato dal Tottenham dopo un anno e mezzo di militanza alla guida degli Spurs, con la decisione del presidente Levy di licenziare il portoghese al culmine di un periodo nero per la sua squadra.

Nel 2021 la squadra di Mourinho ha conosciuto un tracollo clamoroso: se a dicembre sembrava che Harry Kane e compagni potessero addirittura lottare per il titolo, nel girone di ritorno la caduta è stata verticale. L’eliminazione agli ottavi di Europa League, contro la Dinamo Zagabria, ha messo il carico su una situazione già complicata.

Leggi anche–> Inter, la festa scudetto inizia in anticipo 

Lavorerà come editorialista al The Sun Josè Mourinho durante il prossimo Europeo, poi probabilmente lo rivedremo in panchina. E un possibile ritorno in Serie A non è da escludersi, stando proprio alle parole dello Special. Che sì rimane un tifoso dell’Inter, ma apre alla possibilità anche di allenare una rivale dei nerazzurri. ‘Tradimento‘ in vista per il portoghese?

Mourinho: “Amo l’Inter ma se chiama…”

In un’intervista rilasciata al Times, José Mourinho ha parlato di futuro e della sua voglia di tornare presto in pista. Un ricordo della sua esperienza all’Inter, ma la convinzione che se dovesse arrivare una chiamata da una rivale dubbi non ce ne sarebbero. “Con l’Inter ho vinto tutto, c’è un affetto speciale. Ma se un giorno dovessi andare in Italia e allenare una società rivale, non ci penserei due volte.”

Una dichiarazione che ‘smentisce‘ quanto detto dieci anni fa dal tecnico portoghese che, ancora sulla panchina del Real Madrid, confessò di non voler guidare una rivale delle squadre che aveva già allenato. “… Per esempio potrei mai andare al Barcellona visto che provengo dal Real, o alla Juve dopo quello che ho vissuto da nerazzurro. Non allenerei mai una rivale di una squadra in cui sono già stato e bene.”

A distanza di 10 anni, e dopo molte vicissitudini lavorative, Mourinho sembra aver cambiato opinione. Il ritorno in Italia è possibile, così come è possibile vederlo sulla panchina di Juventus o Milan..