Serie B, la Salernitana di Lotito verso la A: una norma complica tutto

salernitana lotito
Esultanza dei giocatori della Salernitana (Getty Images)

Oggi la Salernitana di Lotito si gioca l’accesso alla Serie A, se dovesse farcela il presidente dovrebbe per forza cederla.

La Serie B è giunta all’ultima giornata, e con essa arriveranno tutti i verdetti, sia in coda che in tesa. L’Empoli capolista è già promossa, mentre per il secondo posto si sfidano la Salernitana di Lotito e il Monza di Berlusconi e Galliani.

Le due squadre, sono divise da soli 2 punti, ma i granata hanno il compito più facile, dovendo affrontare il Pescara già retrocesso. In virtù di questo, a Salerno stanno già preparando la festa, mentre il presidente è più cauto su questo.

Secondo le norme FIGC, infatti, una persona non può essere proprietaria di due squadre che militano nella stessa serie. Nel qual caso, Lotito oltre alla Salernitana, avrebbe anche la Lazio nel massimo campionato italiano. L’altro possessore del club campano è Marco Mezzaroma, ma questi non può prendere le redini della società da solo, perché cognato di Lotito.

Leggi anche >>> Benevento, Vigorito è una furia: “Quest’uomo uccide le squadre del Sud”

Leggi anche >>> Rinnovo Inzaghi, spuntano due pretendenti: Lotito deve fare in fretta

Lotito, tra Salernitana e Lazio

lotito lazio salernitana
Claudio Lotito presidente di Lazio e Salernitana (Getty Images)

La più che probabile salita in Serie A della Salernitana, quindi, determina delle problematiche molto importanti per Lotito. Il presidente della Lazio, infatti, non è disposto a cedere nessuna delle due società, ma questo appare come inevitabile.

Non potendole cedere a persone di famiglia, però, la scelta deve essere fatta in tempi brevi, che secondo la norma della FIGC sono 30 giorni. Difatti, i vertici del club campano starebbero pensando di vendere la società ad altri imprenditori loro vicini, con la possibile permanenza di Angelo Fabiano, ovvero l’attuale direttore sportivo.

Se Lotito non volesse cedere la Salernitana, cosa molto remota, ecco che allora sarebbe la Lazio da vendere. Tuttavia, se è già difficile “liberarsi del club granata“, figuriamoci fare trattative velocissime per quello biancoceleste, che lotta per le posizioni alte nella classifica del campionato.

La Salernitana, dunque, aspetta la Serie A, con Lotito pronto già ad avviare la sua strategia in caso di promozione. Al momento, la scelta più facile è comunque complicata, e i tempi sono veramente stretti.