Inter Roma, lite Lautaro Martinez Conte: caos in panchina – VIDEO

conte lautaro lite
Antonio Conte allenatore dell'Inter (Getty Images)

Brutto gesto di Lautaro Martinez dopo il cambio di Conte in Inter-Roma: caos in panchina. Le parole del tecnico. 

Inter Roma si è chiusa con un battibecco fra Conte e Lautaro Martinez. Il calciatore argentino, subentrato a Sanchez nel primo tempo, è stato sostituito dopo una prestazione negativa al 75′. Non la ha presa bene il Toro, che avvicinandosi alla panchina ha calciato una bottiglietta sotto gli occhi del suo allenatore. Conte non l’ha presa bene, e dopo l’occhiataccia e il gesto dell’attaccante, ha affrontato il suo calciatore senza peli sulla lingua.

Lautaro Martinez è uscito infatti visibilmente arrabbiato per un cambio che ha il sapore della bocciatura. L’allenatore però non ha gradito, ed ha risposto immediatamente. Ne è nato un battibecco sotto gli occhi attenti delle telecamere, che hanno raccolto lo sfogo del tecnico.

Leggi anche: Sassuolo Juve, Buffon protagonista: il record è strabiliante -VIDEO

Lite Lautaro Conte: le parole del tecnico all’attaccante argentino

https://twitter.com/AleTilli/status/1392578864052908036

“Chi è stato? Fenomeno del cXXXX”. Sono queste le parole di Antonio Conte all’uscita dal campo di Lautaro Martinez. Una battibecco dopo il gesto del Toro, che in seguito alla sostituzione ha calciato una bottiglietta verso la panchina e per poco non ha colpito i compagni seduti. Una diverbio che ha portato l’allenatore a rivolgersi con parole pesanti nei confronti del suo attaccante. L’argentino non la ha presa bene, ed ha continuato a lanciare occhiatacce al suo allenatore.

RIVEDI LA LITE FRA LAUTARO E CONTE — clicca qui 

https://twitter.com/Barbynerazzurra/status/1392580067411255303

Attimi di tensione che spesso accadono nello sport, ma che sono stati ripresi in primo piano dalle telecamere, scatenando i commenti dei tifosi. L’attaccante infatti non ha brillato, e l’allenatore pugliese ha scelto di farlo accomodare in panchina. Nervi tesi ma un battibecco che non toglie nulla alla splendida stagione nerazzurra e ai due protagonisti della lite in panchina.