Inter, Sensi in uscita: lo vogliono in Italia e all’estero

Getty Images

Era arrivato all’Inter dal Sassuolo, due estati fa, e subito in maglia nerazzurra si era imposto come una delle pedine più importanti per Conte. Stefano Sensi è stato fortemente condizionato dagli infortuni, che ne hanno minato il rendimento. In estate possibile la sua cessione.

Appena 17 presenze in stagione per Stefano Sensi. Il centrocampista dell’Inter ha vissuto un’altra annata ai margini della rosa nerazzurra, a causa per lo più di numerosi problemi fisici che ne hanno minato condizione e continuità. È tornato a disposizione di mister Conte solamente da pochi giorni, ha anche giocato uno spezzone di gara sabato a Torino contro la Juventus (e anche pochi giorni prima contro la Roma), ma nonostante le poche apparizioni è stato convocato dal ct Mancini per l’amichevole contro San Marino che anticiperà l’Europeo.

Leggi anche–> Nazionale, ufficiale il rinnovo di Mancini 

A meno di clamorose sorprese Sensi farà parte della spedizione azzurra questa estate: l’ex Sassuolo e Cesena quando disponibile è stato sempre tenuto in considerazione da Mancini, quindi una sua convocazione sembra garantita. A torneo finito, poi, sarà tempo di mercato: Sensi potrebbe finire nella lista dei possibili partenti, con pretendenti che si sarebbero fatte sotto sia in Italia che all’estero.

In Serie A sarebbe la Fiorentina il club più interessato al centrocampista dell’Inter, ma la Viola dovrebbe fare i conti con un importante club straniero. Che, con molta probabilità, a breve potrebbe avere un tecnico italiano.

Inter, Sensi seguito dallo Shakhtar: lo vuole De Zerbi

Roberto De Zerbi ha già allenato Stefano Sensi a Sassuolo, e conosce bene le qualità del suo ex giocatore. Per questo lo vorrebbe in Ucraina in quella che sarà molto probabilmente la sua nuova avventura, la prima al di fuori dei confini nazionali. Sensi è sotto contratto con l’Inter fino al 2024 ma in caso di buona offerta le parti potrebbero prendere in considerazione l’eventuale cessione. Il giocatore, 25 anni, attualmente in nerazzurro percepisce 2 milioni di euro a stagione. Gli ucraini potrebbero offrirgliene almeno il doppio. La valutazione del calciatore, invece, si aggira sui 13/15 milioni di euro.

Aggiornamenti importanti in tal senso sono attesi nelle prossime settimane.