Handanovic e Lukaku: numeri per entrare nella storia

presa di Handanovic - Getty Images
Handanovic in volo verso un altro record - Getty Images

Handanovic e Lukaku verso un nuovo record. L’ultima giornata non servirà alla classifica, quanto ai record personale per alcuni uomini di Antonio Conte.

Un’ultima partita senza ansie. Inter e Udinese scenderanno in campo a San Siro in un clima di cordialità e festa finale, con i nerazzurri che avranno nelle mani lo scudetto dopo anni di attesa. Il titolo numero 19 sarà consegnato nelle mani di Handanovic, dopo un match che lo porterà ulteriormente nella storia. Il portiere sloveno, infatti, supererà nella classifica delle presenze Walter Zenga, passando a 329 contro i 328 gettoni accumulati dall’ex uomo ragno.

Per Handanovic, quindi, una soddisfazione doppia, da raggiungere contro l’Udinese, sua prima squadra italiana. E nessuno, tranne chi ha portato in Italia il portiere sloveno, poteva immaginare una carriera del genere. Prima vice di De Sanctis, la prima stagione a Treviso fu un flop con errori che lo portarono poi anche a un prestito di sei mesi alla Lazio. Con una grande annata al Rimini in Serie B, pian piano si è preso la porta dell’Udinese, che grazie a lui approdò anche in Champions League.

Competizione non troppo fortunata per il portiere, che l’ha raggiunta solamente dopo anni con l’Inter, così come lo scudetto. Che festeggerà da capitano, con una staffetta probabile con Padelli che tornerà all’Udinese prossimamente. Altro incrocio interessante per il destino: Juan Musso ha celebrato, domenica scorsa, le cento presenze con i friulani, targa annessa. Chiuderà a 101 caps per poi approdare a Milano?

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Un ex calciatore contro Suning: dammi i soldi

Il bomber vuole migliorare

Lukaku in contrasto - Getty Images
Romelu Lukaku controllato da Giorgio Chiellini – Getty Images

Se c’è un calciatore pronto a infrangere un altro record quello è Lukaku. Che, negli ultimi periodi, sembra un po’ avere il freno a mano tirato con il gol, diventando spesso uomo assist. C’è però, guardando alle statistiche, qualcosa da poter eguagliare.

Infatti, vuole raggiungere il record di marcature stagionali in un campionato. Lukaku con l’Everton arrivò a quota 25 gol, perché non farlo anche con l’Inter, diventando vice capocannoniere alle spalle di Cristiano Ronaldo?

Una doppietta nella partita contro l’Udinese sarebbe l’ideale per chiudere al meglio un ottimo stagione e prepararsi così all’Europeo. Sarà infatti Lukaku uno dei bomber più attesi per la competizione itinerante, il suo Belgio non è più una “Cenerentola”, anzi appare accreditata alle pretendenti al titolo.

Altri 95 minuti da giocare e poi la festa, i record, le celebrazioni e un aggiornamento delle statistiche. Poi si penserà anche al mercato, che non toccherà né il capitano e nemmeno il bomber. Handanovic concluderà la sua carriera a Milano, l’erede alla porta sarà comunque acquistato in questa prossima sessione di mercato. Musso, Silvestri o un altro portiere in vista?

Lukaku, invece, rimane ben saldo a San Siro. Nemmeno un’offerta clamorosa potrebbe smuovere il centravanti da Milano. Cosa che non può essere esclusa a priori nel caso di Martinez.