Liga al termine: Atletico Madrid champagne in frigo

Suarez esulta - Getty Images
Liga ormai al termine, Suarez riporta il secondo club di Madrid in alto - Getty Images

Liga quasi al termine, l’Atletico Madrid è … quasi in festa. Una sola vittoria separa il gruppo di Simeone dalla conquista del titolo spagnolo.

La festa è quasi pronta. Nella Liga ormai giunta al termine, l’Atletico Madrid è pronto per festeggiare la conquista del titolo. Un solo ostacolo da superare, il Valladolid, necessariamente con i tre punti per essere sicura del titolo. Una Liga al termine che anche in questo ultimo turno pone, per una volta, il criterio della contemporaneità con nove gare su dieci allo stesso orario.

Gli occhi degli spagnoli sono tutti riversati sui colchoneros di Diego Simone, che tornerebbero a primeggiare il Liga dopo una buona attesa. Vincerebbero un campionato gestito e quasi sciupato, un’ottima partenza nel girone di andata e una sofferenza nel ritorno, con i ritmi decisamente calati. E il derby, come grande big match, diventato uno scontro diretto decisivo. L’1-1 di due mesi fa, infatti, è stato utilissimo alla squadra di Simeone proprio per mantenere il Real a due lunghezze di distanze.

In effetti, il pari è stato il risultato forse più importante della stagione. L’Atletico Madrid ha ora 83 punti, frutto di 25 vittorie, otto pareggi e quattro sconfitte. Il Real Madrid di punti ne ha 82, con una vittoria in meno (24) e un pari in più. Ecco, aggiungendo e togliendo da una parte all’altra si ha l’esatta importanza del pari casalingo.

Un torneo giocato al risparmio o quasi

Atletico esulta - Getty Images
Atletico Madrid quasi al traguardo – Getty Images

C’è una grande differenza tra le due madrilene e il Barcellona. L’Atletico Madrid ha segnato 65 gol e subiti 24, stesso numero per le realizzazioni del Real, con tre gol in più sul groppone. Il Barcellona ha superato quota ottanta marcature, ma non è stata così continua. Come nel caso di domenica scorsa, con la sconfitta maturata in casa per merito della rimonta del Celta Vigo, bravo a rimontare e vincere per 2-1 al Camp Nou.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Messi già liberato dal Barca: cosa accade?

Barca ormai fuori dai giochi, che ha concesso troppo alle madrilene, ma l’annata non è stata da ricordare, coppa spagnola a parte. Chiuderà contro la già retrocessa Elbar, per poi voltare pagina.

Un po’ di attesa anche per i piazzamenti europei, il Siviglia si congederà al meglio avendo sigillato il quarto posto, per l’Europa League e la Conference League i verdetti dovranno essere stabiliti. Real Sociedad a quota 59 punti, seguono a una lunghezza Betis Siviglia e Villareal.

Quest’ultimo è impegnato proprio in casa Real, ma ha una finale di Europa League cui dare priorità, per tornare nella competizione da trionfante. Real Sociedad sarà impegnata sul campo dell’Osasuna, il Betis invece su quello del Celta Vigo.

Huesca ed Elche, a quota 33, cercheranno di evitare il terz’ultimo posto. L’Huesca avrà in casa il Valencia, l’Elche invece l’Atlhetic Bilbao. E sarà un’altra pagina di Liga da scoprire.