Ultimo atto made in France: Lille o Psg, a voi la Ligue 1

Neymar - Getty Images
Neymar e il Psg vogliono soffiare la Ligue 1 al Lille - Getty Images

Ligue 1, ultimo atto tra il Lilla e il Psg. Mai come in questa stagione l’equilibrio è stato il dominatore del campionato francese.

La Ligue 1 al suo ultimo atto in mezzo a una scelta: il titolo alla rivelazione Lille, o la conquista del Psg cannibale ma sofferente? Temi dunque d’attualità in Francia, il campionato è stato il più incerto degli ultimi dieci anni, considerando che le prime quattro squadre hanno, all’ultima giornata, solamente quattro punti di distanza.

Tutto questo non si verificava ormai da anni anche nei massimi tornei europei, proprio per la capacità del campionato francese di tenersi vivo e di regalare emozioni e colpi di scena. Come d’altronde abbiamo assistito anche domenica scorsa: il Lille era a un passo dal titolo ma, un po’ per l’emozione e un po’ per l’ansia, non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 casalingo contro il Saint Etienne. Ne ha approfittato il Psg che da tre ha ridotto le distanze a un punto, praticamente i giochi sono riaperti necessariamente.

Proprio sul filo delle emozioni quest’ultima giornata verterà in Francia, il Lille sarà impegnato nella trasferta contro l’Angers relativamente tranquillo, mentre il Psg farà visita a un Brest in piena lotta per non retrocedere. Per l’altro, nei parigini è Keylor Neves a spuntarla come miglior giocatore del campionato.

Tra la conquista della Ligue 1, la conquista della posizione Champions League e zona salvezza, la Francia ha ancora tanto da regalare in materia di colpi di scena.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Un francese monopolizza il mercato

Una polveriera francese ricca di spunti

Gomis Rennes - Getty Images
Ultimo atto della Ligue 1 anche per Gomis, ex Spal ora al Rennes – Getty Images

La Ligue 1, dunque, è un affare a due. Il Lilla ha il rimpianto di non avere chiuso l’ultimo atto già domenica scorsa, il Psg invece guarda con rammarico alle otto sconfitte subite in campionato. A volte maturate in maniera abbastanza presuntuosa, come se il campionato francese era diventato una sorta di fastidio.

Così hanno rimpianti sia il Monaco che il Lione. I monegaschi hanno 77 punti dopo un gran girone di ritorno, e aver vanificato troppo nella prima parte del campionato. Il Lione ha sempre ceduto il passo con gli scontri diretti, ora ha 76 punti e con qualche vittoria in più sarebbe già campione di Francia. Per altro, le due compagini cercano il terzo posto in Ligue 1, quello che anche all’ultimo atto potrebbe regalare la qualificazione in Champions. Monegaschi impegnati sul campo del Lens, il Lione ospiterà il Nizza.

La zona calda, invece, mescola tante emozioni. Al Bordeaux basterà un pari sul campo del Reims: entrambe a 42 punti, la soluzione migliore sarebbe il segno x per entrambe. In quanto c’è un altro scontro diretto da seguire, ovvero quello tra Strasburgo e Lorient. Entrambe a quota 41 punti, una delle due probabilmente saluterà la massima serie. E un occhio, ovviamente, anche a quanto accadrà tra Brest e Psg.

Al Nantes, invece, serviranno solo i tre punti contro il Montpellier: da 40 passerebbe a 43 punti, si salverebbe matematicamente.