Inter, sgarbo a Conte: incontro col successore e una clausola assurda

Conte Inter clausola
Antonio Conte (GettyImages)

L’Inter e Conte sono ad un passo dalla separazione: nome nuovo in pole, e spunta una clausola incredibile.

É rottura. Stando a quanto si apprende dagli ambienti nerazzurri, Conte e l’Inter non sono mai stati così lontani. Nulla di ufficiale, ma è ormai chiaro che l’allenatore non abbia intenzione di accettare una stagione con ambizioni ridimensionate. Sul mercato e negli obiettivi. Troppo duro e allo stesso tempo brillante il compito svolto dal tecnico pugliese, che potrebbe lasciare la panchina e avrebbe già discusso con Zhang.

Il club si prepara quindi alla sostituzione, e i silenzi sull’incontro fra Simone Inzaghi e Lotito, sono il presagio di offerte in arrivo per il biancoceleste. Potrebbe essere lui il prescelto per sostituire Conte, e intanto spunta una clausola che potrebbe definitivamente chiudere ogni discorso.

Leggi anche: Chi è Cherubini: le curiosità sul probabile sostituto di Paratici

Inter Conte, è caos: la clausola che fa infuriare l’allenatore

Simone Inzaghi
Inter, sgarbo a Conte, l’assurda clausola e l’interesse per Inzaghi (Getty Images)

Potrebbe essere questione di ore. Antonio Conte è in rotta di collisione con l’Inter, che avrebbe incassato una risposta negativa dal tecnico. Fabrizio Biasin, giornalista di Libero, vicino agli ambienti nerazzurri, parla infatti di rottura fra il club e l’ex ct della nazionale. Pare infatti che Marotta abbia già sondato il terreno con Allegri, incassando una risposta negativa, mentre Tullio Tinti, procuratore di Simone Inzaghi ma anche di Bastoni, si è recato nella sede della società.

La notizia ha scatenato le ire dei tifosi, in forte contestazione, ma l’agente ha sottolineato che l’incontro è relativo solo a discorsi fra i nerazzurri e i calciatori che ha in procura. Parole che non convincono, così come la clausola che l’Inter avrebbe proposto a Conte. Pare infatti che il tecnico abbia chiesto 9 milioni di buonuscita, mentre Zhang sarebbe disposto ad arrivare a 6,5 con l’inserimento di una clausola che gli impedirebbe di allenare in Serie A. Un braccio di ferro che alimenta tensioni e che sembra essere un indizio concreto. Conte sarebbe pronto ai saluti, e Suning ad un fallimento pesante dopo la stagione dello scudetto e dei record.