Il saluto di Lukaku a Conte, tifosi in ansia: parte l’esodo? -FOTO

Lukaku saluto Conte
Lukaku e Conte (GettyImages)

Romelu Lukaku con un lungo post ha reso omaggio ad Antonio Conte: il saluto del belga è un cattivo presagio per i tifosi, che temono una serie di partenze eccellenti. 

Romelu Lukaku e Antonio Conte. Il tandem che ha riportato lo scudetto nella Milano nerazzurra dopo anni di digiuno e amarezze. Uno al comando in panchina, l’altro implacabile in campo. Una coppia destinata ad aprire un ciclo, almeno nei sogni dei tifosi, che si sono dissolti come in un brusco risveglio. Il tecnico ha ufficialmente detto addio al club, e Lukaku ha postato il suo speciale saluto a Conte.

I tifosi, gelati dalla notizia del cambio alla guida tecnica, temono adesso l’esodo dall’Inter. La rottura con il tecnico è infatti il chiaro messaggio che Suning non può più sostenere le ambizioni di una squadra plasmata per vincere. Un messaggio che preoccupa, così come il post dell’attaccante belga, che potrebbe pensare di seguire Conte in una eventuale nuova avventura.

Leggi anche: Villareal Manchester, record di Gerard Moreno: supera un bomber italiano

Attenta Inter, dopo l’addio di Conte tutto può cambiare: il saluto del belga e le reazioni dei tifosi

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Romelu Lukaku (@romelulukaku)

Una lettera. A cuore aperto e senza dimenticare nulla di una esperienza condivisa insieme. Che potrebbe anche non essere l’ultima. Il saluto di Romelu Lukaku a Conte è un segnale negativo per i tifosi nerazzurri. “Mi hai cambiato come giocatore e mi hai reso molto più forte, ma soprattutto abbiamo vinto insieme. Solo Dio sa perché non è successo prima, ma manterrò i principi che ho avuto con te per tutto il resto della carriera” scrive il belga su Instagram.

La chiara indicazione che Conte e Lukaku hanno formato una coppia vincente, e che il belga potrebbe anche pensare un giorno di seguire l’allenatore in una nuova esperienza. Esplode quindi la rabbia dei tifosi sui social, convinti che quello del tecnico pugliese potrebbe essere solo il primo nome sulla voce delle partenze.