Rodrigo Bentancur, ciao Juventus: Allegri ha già un rebus

Rodrigo Bentancur - Getty Images
Quattro stagioni in Italia e pochi spunti per lo juventino - Getty Images

Rodrigo Bentancur dopo quattro stagioni è rimasto nel limbo. Non sembra essere il regista del futuro juventino e nemmeno quello del presente.

Maturazione cercasi. Per Rodrigo Bentancur un passo decisamente indietro nella sua crescita sportiva, i progressi fatti vedere in passato sono praticamente interrotti. Anche bruscamente, perché il centrale di centrocampo era atteso a una specie di salto di qualità.

Di ciò aveva bisogno la Juventus, in un’annata sicuramente complicata per la linea mediana. Era Rodrigo Bentancur l’uomo che doveva accendere gli animi con qualche giocata, alzando il tasso tecnico come il “volante” tipico sudamericano. Nulla di tutto ciò, nonostante abbia goduto di buona fiducia sia dall’ambiente che da Andrea Pirlo. Non era sicuramente una copia del tecnico, il ragazzo visto in campo con la Juventus.

Caratteristiche diverse, un modo decisamente diverso di vedere la partita (mancano gli occhi… dietro), poca attitudine alla verticalizzazione. Perché un vezzo tipico dell’uruguaiano è tornato di moda quest’anno, ovvero giocarla sempre in orizzontale. Errore capitale, che sembra essere nelle corde di Bentancur, pratico nell’Uruguay a dover utilizzare questa scelta.

Da evitare però nella Juventus, per non addormentare il gioco e per non prendere ripartenze avversarie, cosa spesso avvenuta. Il calcio alla sudamericana va bene se il pallone circola, altrimenti meglio ripartire dalla base europea. Che dovrà ritrovare per non perdersi definitivamente.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> I colpi bianconeri in dirittura d’arrivo

Uruguaiano senza stimoli?

Bentancur - Getty Images
Rodrigo Bentancur è rimasto nel limbo nelle stagioni juventine – Getty Images

Ciò che appare è un calciatore quasi svuotato di stimoli. Dopo quattro stagioni in bianconero potrebbe cambiare aria, ma c’è una clausola particolare a limitarlo. In pratica è l’unico calciatore al mondo, guardando ai tempi moderni, con una specie di comproprietà perenne. Infatti, la Juventus nell’acquistare l’uruguaiano dal Boca Junior (facendo valere una precedente opzione dai tempi di Tevez), ha garantito una clausola di vendita agli argentini del 50%.

Un errore, che non è stato poi rimediato. Vani i tentativi di Paratici di sbloccare questa clausola, cercando di offrire soldi cash al Boca Junior nell’immediato per acquisire il 100% del cartellino. Nulla di tutto ciò e mercato limitato per il centrale, che dovrà essere ceduto in scambio oppure essere svincolato. Sorvolando quest’ultima opzione per motivi anagrafici, il centrocampista potrebbe essere scambiato sul mercato, con una opzione emersa nelle scorse settimane.

C’è stato un tentativo, mica tanto velato, di imbastire un nuovo affare con il Barcellona, che avrebbe rimandato Pjanic in cambio di Bentancur. Opzione che fa sorridere, anche perché lo scorso anno il bosniaco fu mandato in Spagna per Arthur, e nessuna delle due squadre (oltre alla plusvalenza) ne ha ricavato granché in campo.

Le valutazioni però vanno fatte, la Juve ha bisogno necessariamente di un regista. Bentancur non è adatto al ruolo, non è maturato, quindi potrebbe lasciare presto la casacca bianconera. Per quale destinazione ancora non si sa.