Conte Real Madrid, il retroscena è clamoroso: perché è stato scartato

Conte Inter
Antonio Conte, ex allenatore dell'Inter (GettyImages)

Antonio Conte e il Real Madrid vicini a chiudere prima del clamoroso retroscena: i motivi che hanno spinto Florentino Perez a virare su Ancelotti.

La virata è stata netta. Troppo per non ricercare i retroscena di una trattativa saltata nel momento più caldo. Quello fra Antonio Conte e il Real Madrid non è stato infatti solo un timido corteggiamento come ce ne sono tanti nelle estati di mercato. É stata una pista più che concreta. Con tanto di cifre, valutazioni condivise, ma poi naufragate a quanto pare per volontà dei blancos.

Il Times ha svelato i retroscena di una scelta, quella di Florentino Perez e del Real Madrid, che era stata presa in fretta dopo l’addio di Conte all’Inter. Era lui il prescelto per le merengues, che però in meno di 48 ore hanno cambiato rotta, e strappato Ancelotti all’Everton. Una decisione motivata da dialoghi con lo spogliatoio, che avrebbe espresso una voce quasi unitaria in merito al tecnico ex Inter.

Leggi anche: Chi è Emerson Royal: dalla favela al derby Milan Inter

Conte Real Madrid, secco no da tanti membri dello spogliatoio: il retroscena

florentino perez
Florentino Perez, i retroscena sulla scelta di chiudere la trattativa fra Conte e il Real Madrid (Getty Images)

I dettagli del no dei calciatori alla trattativa fra Conte e il Real Madrid li ha svelati il Times. Il tabloid racconta di contatti fra alcuni calciatori, circa 10 e molto influenti, e il presidente Florentino Perez. Pare infatti che lo spogliatoio si sia schierato contro il numero uno del club, minacciando addirittura di avere i bagagli pronti in caso di avvento ai blancos del tecnico pugliese.

Il gesto avrebbe indotto Perez a cambiare immediatamente rotta, e a contattare Ancelotti, che invece in Spagna ha lasciato ottimi ricordi e conserva buoni amici. Il Times non ha indicato i nomi dei calciatori schierati contro Conte, ma parla di personalità influenti che avrebbero immediatamente avvertito il presidente della loro presa di posizione. Sarebbero questi i motivi che hanno creato un solco fra squadra e dirigenti, che in una fase delicata a Madrid avrebbe potuto condizionare l’avvicinamento alla prossima stagione.