Vi ricordate di Budimir? Ha appena battuto un record nella Liga spagnola

ante Budimir
Ante Budimir ai tempi della Sampdoria (Getty Images)

Ante Budimir, con un passato in Italia, ha battuto un primato nella Liga spagnola. Nessuno come il calciatore all’Osasuna, che fa registrare anche un rinnovo da record.

Ante Budimir ha trovato la sua dimensione nella Liga spagnola. L’attaccante croato, che dalla Lokomotiv Zagabria arrivò giovanissimo in Italia, è diventato un vero e proprio idolo in Spagna. Prima di sbarcare all’Osasuna, con cui va ormai a rete con incredibile regolarità, l’attaccante è passato da Crotone e poi alla Sampdoria, che dopo una stagione difficile lo rispedì in fretta e furia proprio al club calabrese.

Dalla Serie A poi si trasferì al Maiorca, che lo girò in prestito proprio all’Osasuna con la formula del prestito. La sua ultima stagione ha convinto il club a riscattarlo. Undici reti in 30 partite il bottino di Budimir, che nella Liga fa registrare un curioso record.

Leggi anche: Chi è Koopmeiners: l’Atalanta pronta a lanciare un nuovo gioiello

Budimir, è record con l’Osasuna: non ci era mai riuscito nessuno. Intanto arriva il rinnovo più lungo della storia

moncayola osasuna
Moncayola dell’Osasuna contro il Villareal: record anche per il suo rinnovo (Getty Images)

Croazia, Italia, Germania, Austria e Spagna. Sono queste le tappe di Ante Budimir, gigante croato che dopo un lungo girovagare per l’Europa sembra aver trovato all’Osasuna la sua meta ideale. Il calciatore ha infatti portato a termine la missione della squadra, trascinando il club all’undicesimo posto al termine della Liga. É stato il terminale offensivo di maggior qualità per il club di Pamplona, che con Budimir ha fatto registrare un record. Gli otto milioni investiti per riscattarlo dal Maiorca sono infatti la cifra più alta mai versata nella storia della società.

E intanto il club fa registrare un altro assurdo primato. Il centrocampista Jon Moncayola ha infatti firmato un rinnovo fino al 2031. No, non si tratta di un errore. É un accordo di 10 anni con il calciatore che ha “soltanto” preteso una clausola da 22 milioni di euro. Un modo per svincolarsi in caso di una chiamata da club più blasonati.