Moviola Italia Turchia: fallo di mano, rigore o no? La spiegazione

Italia Turchia
Chiellini protesta con Makkelie (Getty Images)

Italia Turchia, proteste vibranti degli azzurri per un rigore negato a Spinazzola: il regolamento è chiaro e le reazioni sui social furiose.

Si chiude con un giallo il primo tempo di Italia Turchia. Dopo un lungo forcing per provare a sbloccare la gara, gli azzurri hanno sfondato sulla sinistra con Spinazzola, che ha messo in mezzo una palla ghiotta per gli attaccanti. Il tocco di mano di un difensore avversario però ha nettamente deviato la sfera, vanificando l’azione dell’esterno giallorosso. Dopo un breve consulto Var, l’arbitro Makkelie ha lasciato proseguire e a fine primo tempo ha dovuto placare la rabbia dei calciatori di Mancini.

Il regolamento però è chiaro, e il rigore negato a Spinazzola è tutto da valutare sul posizionamento del difensore turco. Makkelie e il Var avranno infatti considerato congruo il movimento del calciatore, scegliendo di non punire il suo tocco col braccio con il penalty. Il regolamento dice infatti che bisogna fischiare solo se “il movimento della mano va verso la palla” o se “si rende il corpo innaturalmente più grande”. La scelta inoltre è tutta da giudicare sul movimento del calciatore. Se è congruo ed è conseguenza della normale corsa in campo, la scelta è di non punire il fallo. In caso contrario è rigore. L’Italia recrimina, ma il Var ha ritenuto naturale il movimento del braccio del difensore turco.

Leggi anche: Euro 2020, euforia in Belgio: i ministri diventano “ultras” – Foto

Italia Turchia, rigore negato a Spinazzola. I tifosi non ci stanno: “Makkelie come Moreno”

Reazioni furiose dei tifosi dell’Italia dopo il rigore negato agli azzurri nel primo tempo di Italia-Turchia. Troppo evidente il tocco di mano, ma per arbitro e Var il movimento nel deviare la palla era congruo, ragion per cui il penalty non era da fischiare. I tifosi non ci stanno, e dopo una serie di deviazioni con le braccia dei Turchia, iniziano a rivedere gli spettri del passato.

Makkelie è quindi accostato a Byron Moreno, autore di una prova disastrosa in passato proprio ai danni degli azzurri. C’è invece chi considera i primi 45 minuti dell’esordio italiano un match di pallavolo e chi non perde occasione per rispolverare la vecchia battuta sui Turchi “Ottomani”. Azzeccatissima verrebbe da dire.